Logo salute24
28-03-2018

Pelle, batteri "buoni" proteggono dal tumore


Un team di ricercatori americani ha scoperto che un batterio presente sulla cute umana avrebbe la capacità di proteggere dal cancro epidermico. Il microrganismo, chiamato Staphylococcus epidermidis, sarebbe infatti in grado di rilasciare una sostanza chimica, chiamata 6-N-hydroxyaminopurine (6-Hap), capace di eliminare divere tipi di cellule tumorali, senza danneggiare quelle normali.


Nel corso dello studio, pubblicato sulla rivista Science Advances, gli scienziati coordinati da Richard L. Gallo, dell’Università della California di San Diego (Usa), hanno rilevato che la molecola 6-Hap, prodotta da un ceppo di S. epidermidis, sarebbe in grado di ostacolare la replicazione del Dna e prevenire la diffusione delle cellule maligne. Ne hanno quindi verificato l’efficacia anti-tumorale in due esperimenti condotti sui topi. Nel primo hanno reso i batteri S.epidermidis presenti sulla pelle degli animali incapaci di produrre 6-Hap. Successivamente hanno esposto i roditori ai raggi ultravioletti (UV), scoprendo che a differenza dei topi del gruppo di controllo (che “ospitavano” batteri S.epidermidis in grado di rilasciare 6-Hap), avevano sviluppato numerosi tumori epidermici


Durante il secondo esperimento, gli studiosi hanno somministrato a un altro gruppo di roditori la molecola 6-Hap ogni 48 ore per due settimane. Hanno quindi osservato che nessun animale aveva riportato effetti collaterali. Hanno poi sottoposto i topi a trapianto di cellule di melanoma, scoprendo che le dimensioni delle cellule tumorali risultavano inferiori di oltre il 50% di quelle sviluppate dai roditori che non avevano ricevuto 6-Hap.