Logo salute24
19-03-2018

I bambini piccoli non parlano, ma già ragionano


Ancor prima di parlare, i bambini piccoli sarebbero già in grado di ragionare. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Science dai ricercatori dell’Universitat Pompeu Fabra di Barcellona (Spagna) e della Central European University di Budapest (Ungheria), secondo cui già nella fase preverbale i bimbi sarebbero capaci di eseguire deduzioni razionali e si sorprenderebbero se qualcosa non rispetta le loro previsioni. 


Nel corso dell’indagine, gli autori hanno monitorato i comportamenti di alcuni bambini di età compresa tra 12 e 19 mesi, che erano impegnati a guardare dei filmati. Nei video venivano mostrati due oggetti diversi per forma, colore e categoria (come un fiore e un dinosauro), che risultavano nascosti da una barriera. Successivamente, veniva mostrata una tazza che conteneva uno degli oggetti visualizzati in precedenza (per esempio il dinosauro). Infine, la barriera veniva levata e, sorprendentemente, l’oggetto rimosso (il dinosauro) continuava a essere lì.


Gli scienziati hanno tenuto sotto controllo il movimento oculare dei bimbi, per studiarne le reazioni. Hanno così osservato che i piccoli tendevano a guardare più a lungo le scene in cui l’oggetto inaspettato restava presente, mostrando sorpresa e confusione. Ulteriori varianti di  questo esperimento hanno confermato che i bambini erano sempre incuriositi dalla presenza di un oggetto inaspettato. Gli studiosi hanno anche scoperto che le pupille dei bimbi si dilatavano maggiormente quando guardavano filmati che richiedevano deduzioni razionali, un fenomeno che generalmente si verifica negli adulti impegnati a eseguire un ragionamento deduttivo.

potrebbe interessarti anche: