Logo salute24

Stress in gravidanza ha effetti sullo sviluppo neurologico del feto

Lo stress materno potrebbe influenzare negativamente lo sviluppo neurologico del feto. Lo evidenzia uno studio presentato durante il 25° congresso annuale della Cognitive Neuroscience Society, che si è svolto dal 24 al 27 marzo a Boston (Usa), dai ricercatori della Wayne State University di Detroit (Usa). Secondo gli esperti, la tensione sperimentata dalla madre durante la gravidanza potrebbe modificare le connessioni neurali del nascituro, rendendo meno efficiente la loro organizzazione.

 

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno utilizzato la risonanza magnetica per esaminare le connessioni cerebrali di 47 feti umani che stavano attraversando il periodo compreso tra la trentesima e la trentasettesima settimana di gestazione. Le madri sono state reclutate in un ambiente urbano caratterizzato da basse risorse ed elevate condizioni stressanti, per cui molte presentavano alti livelli di depressione, ansia, preoccupazione e stress. Al termine dell’analisi, gli studiosi hanno scoperto che i sistemi neurali dei figli delle donne molto stressate erano organizzati in modo meno efficiente rispetto a quelli delle mamme meno affaticate. 

 

Sulla base dei dati osservati, gli esperti ritengono che il cervello non si sviluppi secondo una sequenza che va dai sistemi più semplici (come vista e movimento) a quelli più complessi, ma probabilmente sviluppa prima le aree più critiche. In particolare, hanno rilevato che il cervelletto potrebbe essere particolarmente vulnerabile agli effetti dello stress prenatale, perché presenta la maggiore densità di recettori dei glucocorticoidi, che sono coinvolti nella risposta allo stress, rispetto alle altre strutture cerebrali.

 

Gli studiosi sottolineano che questa è la prima volta in cui è stata osservata l'influenza diretta dello stress materno sullo sviluppo cerebrale del feto, indipendentemente dalle influenze ambientali successive alla nascita. “Il fatto più emozionante è che abbiamo dimostrato ciò che è stato a lungo teorizzato, ma non ancora osservato in un essere umano – afferma Moriah Thomason, che ha guidato la sperimentazione -: lo stress della madre durante la gravidanza influenza le caratteristiche delle connessioni del cervello in via di sviluppo del bambino”.

 

Foto: © Sebastian Kaulitzki - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 31/01/2019

potrebbe interessarti anche: