Logo salute24

La pasta fa bene alla dieta

Il consumo della pasta all’interno di un regime alimentare salutare potrebbe aiutare a perdere peso. A differenza della maggior parte dei cibi ricchi di carboidrati "raffinati", che vengono rapidamente assorbiti nel flusso sanguigno, la pasta è infatti caratterizzata da un basso indice glicemico, per cui determina minori incrementi dei livelli di zucchero nel sangue rispetto ad altri alimenti. Lo suggerisce un’indagine pubblicata sulla rivista BMJ Open dai ricercatori dell’Università di Toronto (Canada) diretti da John Sievenpiper, che afferma: “Lo studio dimostra che la pasta non contribuisce all'aumento di peso o all'incremento del grasso corporeo. In realtà l'analisi ha rilevato una leggera perdita di peso. Pertanto, contrariamente a quanto si pensa, la pasta potrebbe essere parte di una dieta sana come quella a basso indice glicemico”.

 

Gli autori sono giunti a queste conclusioni dopo aver analizzato i risultati di 32 studi che avevano coinvolto 2.448 persone. Durante le sperimentazioni, i partecipanti erano stati incaricati di consumare la pasta in sostituzione di altri carboidrati all’interno di una dieta sana caratterizzata da un basso indice glicemico. In particolare, hanno mangiato in media 3,3 porzioni di pasta a settimana. Dopo circa 12 settimane, i volontari hanno perso circa mezzo chilo e mostrato una lieve riduzione del grasso corporeo.

 

Secondo gli esperti, l’indagine smentirebbe l’idea che la pasta faccia ingrassare, dimostrando invece che se consumata nell’ambito di un regime alimentare sano e a basso indice glicemico, aiuterebbe a dimagrire. “Dopo aver valutato le prove – conclude il dottor Sievenpiper -, possiamo affermare con una certa sicurezza che la pasta non ha un effetto negativo sul peso corporeo quando viene consumata come parte di un regime alimentare sano”. 

 

Foto: © vagabondo - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 04/04/2018

potrebbe interessarti anche: