Logo salute24

Per essere amici? Servono almeno 90 ore passate insieme

Per diventare amici bisogna trascorrere insieme almeno 90 ore. E per diventare amici intimi? Ne occorrono più di 200. Lo afferma il professor Jeffrey A. Hall, docente di Communication Studies presso l'Università del Kansas di Lawrence (Usa), che ha cercato d’individuare la quantità di tempo necessaria affinché una conoscenza si trasformi in un’amicizia.

 

Nel corso della ricerca, pubblicata sulla rivista Journal of Social and Personal Relationships, l’autore ha analizzato le risposte a un sondaggio online somministrato a 355 adulti che si erano trasferiti durante gli ultimi sei mesi e che stavano cercando di stringere nuove amicizie nel nuovo quartiere. Inoltre, ha intervistato 112 matricole che si erano recentemente trasferite a Lawrence per frequentare l’Università del Kansas. Sulla base dei dati raccolti, il professor Hall ha suddiviso le relazioni che erano state strette dai partecipanti in quattro tipologie: conoscenza, amicizia occasionale, amicizia e amicizia intima. Poi ha calcolato il numero di ore di frequentazione che servivano ai volontari per passare da un livello di rapporto al successivo. 

 

L’analisi dei risultati di entrambi gli studi ha dimostrato che per formare un’amicizia occasionale bisogna trascorrere insieme dalle 40 alle 60 ore. Per stringere un'amicizia vera e propria ne servono 80-100 (in media 90 ore), mentre per diventare amici intimi occorre passare in compagnia dell’altro più di 200 ore. L’esperto precisa che per formare queste relazioni bisogna chiacchierare, divertirsi e passare il tempo libero insieme. Il tempo trascorso a collaborare in ufficio non conta. Hall spiega che non basta trovarsi insieme nella stessa stanza: per creare un’amicizia sono necessari impegno e volontà. “È necessario tutto quel tempo – spiega il ricercatore - Non basta schioccare le dita per trovare un amico. Mantenere buone relazioni è il lavoro più importante che svolgiamo nella nostra vita”.

 

Foto: © Rawpixel - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 13/04/2018

potrebbe interessarti anche: