X

Ti potrebbe interessare anche

Indice glicemico, un fattore sopravvalutato?

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Vino

Pressione alta?
Vino e omega-3
sono le armi in più

Si dice “buon vino fa buon sangue”. E si sa, ogni proverbio contiene in sé una grande verità.
Da uno studio condotto nei laboratori dell`Università Cattolica di Campobasso è emerso infatti come bere un po` di vino ogni giorno possa incrementare i livelli dei grassi “buoni” omega-3 nel sangue.
Nel corso della ricerca, condotta in collaborazione con i centri scientifici europei partecipanti al progetto "Immidiet", sono state esaminate le condizioni di salute di un gruppo di 1604 persone provenienti dal Sud-Est di Londra, Belgio e Abruzzo. Gli scienziati hanno rilevato come coloro che consumavano vino moderatamente, e cioè un bicchiere al giorno per le donne e due per gli uomini, registrassero  livelli maggiori di omega-3 nel sangue e nei globuli rossi.
Gli omega-3 sono una categoria di acidi grassi indispensabili per un corretto funzionamento dell`organismo. Importanti soprattutto per il mantenimento dell`integrità delle membrane cellulari, sono presenti in grandi quantità in diverse varietà di pesci, negli oli vegetali, nelle noci e nei legumi.
La correlazione tra l`incremento dei livelli di questi grassi “buoni” nel sangue e il vino, però, non sarebbe dovuta unicamente all`alcol contenuto nel nettare degli dei.  Gli scienziati dell`Università di Campobasso e dell`Università di Grenoble hanno infatti analizzato gli effetti di diverse bevande alcoliche sui livelli degli omega-3. E il vino, rispetto a superalcolici e birre, ne è uscito vincitore. Sono gli altri composti contenuti nel vino, spiegano i ricercatori italiani, gli elementi responsabili dell`incremento degli omega-3 nel sangue.
Studi precedenti avevano già evidenziato come il consumo di alcol a piccole dosi potesse influenzare il metabolismo di acidi grassi polinsaturi come gli omega-3. “È esattamente quello che emerge dalla ricerca – dice Romina di Giuseppe, autore principale dello studio -. Le persone che bevono quantità moderate di vino hanno maggiore concentrazione di omega-3 nel plasma e nei globuli rossi, indipendentemente dalla quantità di pesce consumato”.
“Gli acidi grassi omega-3 – spiega di Giuseppe – hanno un effetto altamente protettivo contro le malattie cardiache”. In particolare, tali acidi grassi sarebbero in grado di combattere l`ipertensione e di ridurre il rischio di aritmie cardiache. Non resta che brindare: à votre santé!

di lidia baratta (05/12/2008)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.