Logo salute24
03-05-2018

Test urine e respiro per scovare cancro al seno


Un nuovo metodo che combina un test delle urine con un esame del respiro potrebbe consentire la diagnosi precoce del cancro al seno. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Computers in Biology and Medicine dai ricercatori israeliani della Ben-Gurion University of the Negev di Beer-Sheva, secondo cui lo screening avrebbe un elevato grado di accuratezza, compreso tra l’85 e il 95% - quindi più alto di quello della mammografia, che è compreso tra il 75 e l’85%.


Per identificare i biomarcatori del carcinoma mammario, gli scienziati hanno utilizzato un “naso artificiale” dotato di due sensori capaci di analizzare il respiro, insieme a una tecnica chiamata gascromatografia-spettrometria di massa (GC-MS), che serve a rilevare la quantità delle sostanze presenti nelle urine. I due esami sono stati somministrati a 48 donne affette da cancro al seno e a 45 donne sane (gruppo di controllo). Al termine dei due esami, è emerso che l’impiego del naso elettronico ha permesso agli studiosi di rilevare la presenza del tumore alla mammella con una precisione media superiore al 95%, mentre l’uso del test delle urine ha consentito di confermare la diagnosi con un'accuratezza media dell'85%.


“La sopravvivenza delle persone malate di cancro al seno è fortemente legata alla sensibilità degli strumenti di rilevazione del tumore – evidenzia Yehuda Zeiri, che ha coordinato lo studio -. Poter disporre di metodi accurati per individuare i tumori più piccoli e precoci resta una priorità. Il nostro nuovo approccio che analizza il respiro e i campioni di urina con sistemi economici e disponibili in commercio, risulta non invasivo, accessibile e può essere facilmente implementato utilizzando una varietà di impostazioni”.

potrebbe interessarti anche: