Logo salute24
22-06-2018

Giovani fumatori, uno su dieci è consumatore abituale


Tra i giovani fumatori, uno su dieci è un consumatore abituale. Lo rivelano i dati presentati dall’Ossfad del Centro nazionale dipendenza e doping dell’Istituto superiore di sanità (Iss), secondo cui molti ragazzi di età compresa tra 14 e 17 anni accendono la prima sigaretta durante le scuole secondarie di secondo grado, mentre una piccola percentuale inizia a fumare addirittura quando frequenta le scuole elementari (all’età di 9-10 anni).


La relazione evidenzia che quasi la metà dei minori ha fumato, ha provato a fumare o fuma ogni tanto.  Inoltre, tra i fumatori abituali più della metà fuma anche la cannabis. L’indagine Explora, realizzata su un campione rappresentativo di 15.000 ragazzi di età compresa tra 14 e 17 anni, traccia l’identikit del giovane fumatore abituale: generalmente è di sesso maschile, frequenta istituti professionali o licei artistici, ha una percezione del proprio rendimento scolastico come mediocre o appena sufficiente, pratica poco sport, beve più energy drink ed è propenso al rischio. Inoltre, i suoi genitori hanno un livello d’istruzione medio-basso e non controllano le spese dei figli. 


La ricerca sottolinea che tra i fumatori abituali è frequente anche un maggior consumo di alcolici, che può raggiungere fino a quattro consumazioni di birra e super alcolici a settimana. Addirittura il 12% dei fumatori intervistati dichiara di aver avuto episodi di binge drinking tre o più volte nell’ultimo mese. Infine, il 65,6% dei fumatori abituali ha fumato almeno una volta la cannabis nell’ultimo anno, mentre tra i non fumatori la percentuale si ferma al 2%.


“È necessario potenziare i sistemi di prevenzione primaria per scongiurare questa nuova linea di tendenza che vede il consumo di tabacco anche tra i giovanissimi – afferma Walter Ricciardi, Presidente dell’Iss –,  prima che a questa dipendenza se ne associno altre altrettanto o più pericolose”.

potrebbe interessarti anche: