Logo salute24
05-07-2018

Calura estiva, al via campagna di prevenzione


Per prevenire gli effetti negativi della calura estiva, il Ministero della Salute ha lanciato la campagna informativa “Estate sicura 2018”. L’iniziativa, che rientra nel “Piano nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute”, prevede la pubblicazione on line di bollettini riguardanti le previsioni delle ondate di calore, consigli e informazioni per la popolazione, linee guida per gli operatori dei servizi sanitari e sociali e, infine, la mappa dei servizi attivi a livello locale. Tutte queste notizie sono disponibili sul sito web www.salute.gov.it/caldo e sulla App “Caldo e salute”, scaricabile gratuitamente su dispositivi mobili iOS e Android, da Apple store e Play store.


Il Ministero precisa che l’Italia è stata uno dei primi paesi ad adottare un programma di interventi volti a rispondere alle ondate di calore, che sembrano destinate a diventare sempre più frequenti e intense  a causa dei cambiamenti climatici in atto. Il Piano coinvolge 34 città, fra le quali sono presenti capoluoghi di regione e centri con oltre 200mila abitanti. In 27 città è stato attivato il sistema di previsione e allarme per la salute associato alle ondate di calore, in vigore dal 15 maggio al 15 settembre. L’iniziativa prevede che ogni giorno vengano elaborati “bollettini città-specifici”, in cui venga sintetizzato il livello di rischio per la salute in base alle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore. I bollettini sono pubblicati dal lunedì al venerdì on line e sulla App, e diffusi a Regioni, Asl, Comuni, Protezione Civile per l’attivazione tempestiva di interventi alla popolazione più a rischio. Inoltre, in tutte le 34 città è attivo un sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera, i cui risultati sono pubblicati in un bollettino settimanale. Infine, a livello locale sono stati definiti piani di prevenzione indirizzati a particolari sottogruppi della popolazione ritenuti più vulnerabili, come anziani e soggetti con patologie croniche, che necessitano di interventi mirati da attuare in via prioritaria.