Logo salute24
11-07-2018

Listeria, controlli in Italia


In Italia sono stati avviati i controlli sui prodotti vegetali surgelati per verificare l’eventuale presenza del batterio Listeria. Lo comunica il Ministro della Salute, Giulia Grillo, precisando che il suo Dicastero ha prontamente disposto il richiamo di una serie di lotti di prodotti vegetali surgelati in alcuni Paesi europei. Inoltre, si è avvalso della collaborazione dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma (Nas), per effettuare verifiche a campione. “Continuo a seguire con attenzione la vicenda del batterio Listeria – afferma il Ministro Grillo -. Il Ministero ha subito attivato anche i Nas, che stanno compiendo ispezioni a campione.  Presto conto di avere un quadro esauriente della situazione”. 


Il Ministero precisa che attualmente non risultano focolai d’infezione in Italia e che i richiami dei prodotti sono stati effettuati in via precauzionale. La decisione fa seguito alla segnalazione di allerta europea proveniente dall'Ungheria, relativa alla presenza del batterio Listeria monocytogenes in alcuni lotti di vegetali surgelati. La Listeria, che provoca tossinfezioni alimentari, resiste alle basse temperature ma viene inattivata con la cottura.


Gli operatori del settore alimentare (Osa) hanno l’obbligo d’informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti che hanno messo in commercio e di ritirare il prodotto dal mercato. Nel caso in cui il prodotto fosse già stato venduto, l’Osa deve provvedere al richiamo, ossia informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche tramite cartellonistica da apporre nei punti vendita, e pubblicare il richiamo nella specifica area dedicata ai richiami del portale del Ministero della Salute. ll consumatore deve verificare sulla confezione acquistata il marchio, il nome del produttore e i lotti di produzione, e tenere presente che i prodotti soggetti a richiamo non devono essere consumati, ma vanno riportati al punto vendita.