Logo salute24
27-07-2018

Depressione, sono 2,8 milioni di italiani a soffrirne


Sono oltre 2,8 milioni gli italiani affetti da depressione. Lo rivela il rapporto: “La salute mentale nelle varie fasi della vita - Anni 2015-2017” pubblicato dall’Istat (Istituto nazionale di statistica), secondo cui oltre a colpire il 5,4% della popolazione di età superiore ai 15 anni, la malattia sarebbe in aumento tra gli anziani. 


L’indagine evidenzia che l'Italia è uno dei paesi dell’Unione Europea in cui ci sono meno depressi: 5,5% rispetto alla media europea del 7,1%. Nel Belpaese la depressione è meno diffusa tra gli adulti e nella fascia d’età 15-44 anni (1,7% contro il 5,2% della media dell’UE), ma cresce in misura significativa tra gli ultrasessantacinquenni, fino a raggiungere la percentuale dell’11,6%, un valore superiore all'8,8% della media europea. La depressione è spesso associata all’ansia cronica grave, e si stima che il 7% della popolazione di età superiore a 14 anni (3,7 milioni di persone) abbia sofferto nel corso dell’anno di disturbi ansioso-depressivi. Con l’aumentare dell’età cresce la prevalenza dei disturbi di depressione e ansia cronica grave, che passano dal 5,8% tra i 35-64 anni al 14,9% dopo i 65 anni.


Secondo l’Istat la depressione colpisce soprattutto il gentil sesso: ne soffre il 9,1% delle donne rispetto al 4,8% degli uomini. Inoltre, affligge di più chi non lavora: nella fascia d’età compresa tra 35-64 anni, a soffrire di disturbi depressivi e ansia è l'8,9% dei disoccupati e il 10,8% degli inattivi, rispetto al 3,5% degli occupati.