Logo salute24

Contro l'antibiotico-resistenza testate ottomila nuove combinazioni di farmaci

Gli scienziati dell’Università della California di Los Angeles (Usa) hanno testato 8mila combinazioni di quattro o cinque antibiotici per trovare il modo di contrastare l’antimicrobico-resistenza. Sono così riusciti a individuare numerosi mix capaci di sconfiggere i batteri resistenti ai farmaci. I risultati della sperimentazione, descritti sulla rivista Systems Biology and Applications, smentirebbero pertanto l’idea che l’impiego di più di due antibiotici contemporaneamente non sarebbe efficace nella lotta contro gli agenti patogeni, perché le interazioni tra i farmaci provocherebbe l'annullamento reciproco dei loro benefici. “Per tradizione si usa solo un farmaco, forse due - afferma Pamela J. Yeh, che ha coordinato la ricerca -. Noi offriamo un'alternativa che sembra molto promettente. Nella nostra cassetta degli attrezzi medici non dovremmo limitarci a tenere singoli farmaci o combinazioni di due medicinali. Riteniamo che molte di queste combinazioni, o più, funzioneranno meglio degli antibiotici esistenti”.

 

Nel corso dello studio, gli scienziati hanno usato in totale otto antibiotici, mixandoli in combinazione di quattro o cinque alla volta per esaminarne i diversi effetti. Complessivamente, hanno analizzato l’efficacia di 18.278 miscele di farmaci che sono state utilizzate contro il batterio Escherichia coli. Al termine dell’esperimento, hanno scoperto che erano più efficaci del previsto ben 1.676 combinazioni tra i mix composti da quattro farmaci, e ben 6.443 combinazioni tra i mix costituiti da cinque medicinali.  “Sono rimasto sconvolto da quante combinazioni efficaci abbiamo individuato nel momento in cui abbiamo aumentato il numero di farmaci – spiega Van M. Savage, l'altro autore senior dello studio -. Le persone potrebbero pensare di sapere come interagiranno le combinazioni di farmaci, ma in realtà non è così”.

 

D'altra parte, gli autori hanno anche osservato che 2.331 combinazioni di quattro farmaci e 5.199 combinazioni di cinque farmaci erano meno efficaci di quanto si aspettassero. Inoltre, precisano che sebbene i risultati siano molto promettenti, le combinazioni dei diversi farmaci sono state testate solo in laboratorio e probabilmente dovranno trascorrere alcuni anni perché divengano disponibili per tutti. In ogni caso, gli esperti ipotizzano che alcune miscele di antibiotici siano efficaci perché tutti gli otto farmaci utilizzati hanno obiettivi differenti. “Alcuni farmaci attaccano le pareti cellulari, mentre altri aggrediscono il Dna all'interno - precisa il dottor Savage -. È come attaccare un castello o una fortezza. Combinare diversi metodi di attacco può essere più efficace che utilizzare un singolo approccio”.

 

Foto: © grafikplusfoto - Fotolia.com

 

 

di Nadia Comerci
Pubblicato il 10/09/2018