Logo salute24
26-09-2018

Orecchio interno: scoperti nuovi neuroni



Identificati tre nuovi tipi di neuroni nel sistema uditivo periferico. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature Communications dai ricercatori svedesi del Karolinska Institutet di Stoccolma, secondo cui l'analisi di queste cellule potrebbe consentire lo sviluppo di nuove terapie per la cura di diversi disturbi uditivi, come l'acufene e la perdita dell'udito legata all'invecchiamento. “Il nostro studio può aprire la strada allo sviluppo di strumenti genetici che possono essere utilizzati per curare diversi tipi di disturbi dell'udito, come l'acufene – afferma Francois Lallemend, che ha guidato lo studio -. La nostra scoperta può anche dar luogo a differenti modi d’influenzare la funzione delle singole cellule nervose all’interno dell’organismo”.


Gli scienziati ritengono che i tre nuovi tipi di neuroni svolgano un ruolo nella codifica dell'intensità sonora, ossia del volume. Si tratta di una funzione cruciale durante le conversazioni che avvengono negli ambienti rumorosi, che si basa sulla capacità di filtrare il rumore di fondo. Questa proprietà, spiegano gli autori, è connessa a diverse forme di disturbi uditivi, come l'acufene o l’iperacusia. “Dopo aver identificato con certezza quali neuroni causano l’iperacusia, saremo in grado d’iniziare a studiare nuove terapie per proteggerli o per ripararli - spiega il dottor Lallemend -. Il prossimo passo consisterà nel mostrare gli effetti di queste singole cellule nervose sul sistema uditivo, e questo permetterà di sviluppare migliori strumenti uditivi come gli impianti cocleari”.