Logo salute24

I quattro tipi di personalità: in quale riconoscersi?

Al mondo esisterebbero quattro tipi di personalità: “media”, “modello”, “riservata” ed “egocentrica”. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Nature Human Behaviour dai ricercatori della Northwestern University di Evanston (Usa), che sono giunti a questa conclusione dopo aver analizzato i dati di oltre 1,5 milioni di persone. La scoperta, spiegano, potrebbe essere utile per chi fornisce assistenza sanitaria mentale, per i datori di lavoro, ma anche per chi sta cercando l’anima gemella.

 

“Le persone hanno cercato di classificare i tipi di personalità fin dal tempo di Ippocrate, ma la letteratura scientifica precedente ha scoperto che non aveva senso - spiega William Revelle, che ha coordinato la ricerca -. Adesso questi dati dimostrano che ci sono densità più elevate di alcuni tipi di personalità”.

 

Nel corso della ricerca gli autori hanno utilizzato un nuovo approccio computazionale per elaborare i risultati di quattro questionari online di psicologia, che sono stati svolti da oltre 1,5 milioni di volontari. Gli studiosi hanno quindi rilevato i cinque tratti fondamentali della personalità generalmente riconosciuti - “nevroticismo”, “estroversione”, “apertura”, “gradevolezza” e “coscienziosità” -, e li hanno utilizzati per sviluppare nuovi algoritmi. Sono così riusciti a  tracciare quattro diversi tipi di personalità:

 

- “media”, tipica delle persone che presentano un grado elevato di nevroticismo ed estroversione e un basso livello di apertura. Si tratta della categoria più diffusa, nella quale hanno maggiori probabilità di rientrare le donne rispetto agli uomini;

 

- “riservata”, caratteristica degli individui emotivamente stabili, ma non aperti o nevrotici. Chi rientra in questo gruppo non è particolarmente estroverso, ma è in qualche modo gradevole e coscienzioso;

 

- “modello”, propria delle persone che hanno bassi livelli di nevroticismo e alti livelli di tutti gli altri tratti. La probabilità di far parte di questa categoria aumenta significativamente con l'età. Chi rientra in questo gruppo tende a essere affidabile e aperto a nuove idee, e generalmente la probabilità di farne parte è più elevata tra le donne che tra gli uomini;

 

- “egocentrica”, specifica degli individui che presentano un grado altissimo di estroversione e livelli sotto la media di apertura, gradevolezza e coscienziosità. In entrambi i sessi, le probabilità di far parte di questa categoria diminuiscono significativamente con il passare degli anni.

 

Per essere sicuri che le categorie individuate fossero accurate, i ricercatori hanno ripetuto l’esperimento su un gruppo di persone notoriamente egocentrico: gli adolescenti. La sperimentazione ha confermato le informazioni raccolte in precedenza. I giovani maschi erano, infatti, sovra-rappresentati nel gruppo degli egocentrici, mentre le ragazze di età superiore a 15 anni erano ampiamente sotto-rappresentate in questa categoria.

 

Gli autori affermano che la scoperta fornisce una buona notizia ai genitori degli adolescenti di tutto il mondo: quando le persone maturano, il loro tipo di personalità spesso cambia. Per esempio, gli anziani tendono a essere meno nevrotici e più coscienziosi e gradevoli rispetto agli individui che hanno meno di 20 anni. “Alcune persone potrebbero sperimentare una modifica di queste caratteristiche nel corso del tempo – afferma il co-autore Luís A. Nunes Amaral -. Questo fenomeno potrebbe costituire in futuro un nuovo tema di ricerca”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 19/09/2018

potrebbe interessarti anche: