Logo salute24
24-09-2018

Malattia di Crohn: in Italia 80mila malati




Gli italiani affetti dalla malattia di Crohn sarebbero 80mila, mentre quelli colpiti da colite ulcerosa circa 120mila. Lo comunica il Gruppo italiano per le malattie infiammatorie croniche intestinali (Ig-Ibd - Italian group for the study of Inflammatory bowel disease), precisando che in Italia sono complessivamente 200 mila gli individui che soffrono di malattie infiammatorie croniche intestinali (Mici), ossia patologie infiammatorie croniche dell’intestino caratterizzate dall’alternarsi di fasi di riacutizzazione e di remissione, che provocano un danno intestinale progressivo.


Nel mondo le persone affette da malattie infiammatorie croniche intestinali sono oltre 5 milioni, di cui circa 1,6 milioni vivono nel Nord America e quasi 3 milioni in Europa. In Italia si stima che i malati di Mici siano oltre 200mila, ma a causa della mancanza di dati epidemiologici nazionali, non è possibile avere un numero preciso. “Il problema è che in Italia manca ancora un registro nazionale, quindi si può dare solo una stima dei malati – spiega Alessandro Armuzzi, Segretario Generale di Ig-Ibd e docente presso l’Ospedale Presidio Columbus-Fondazione Policlinico Gemelli, Università Cattolica di Roma -. Con buona approssimazione si può dire che il 40% di questi 200mila è affetto dalla malattia di Crohn, mentre il restante 60% da colite ulcerosa. Le malattie infiammatorie croniche intestinali hanno il picco di incidenza tra i 20 e i 30 anni di età Quello che è emerso ultimamente è che il 20% degli affetti da queste malattie hanno un esordio della malattia da giovanissimi, nella fascia d'età tra i 10 e i 18 anni”.

potrebbe interessarti anche: