Logo salute24
25-09-2018

Papillomavirus: nuovo vaccino anti-tumore



Un nuovo vaccino terapeutico potrebbe aiutare a combattere i tumori di testa e collo correlati al papillomavirus umano (Hpv). È quanto emerge da uno studio pubblicato su Clinical Cancer Research dai ricercatori dell'Università della Pennsylvania di Filadelfia (Usa), secondo cui il farmaco sarebbe in grado di potenziare la risposta immunitaria contro le due forme di cancro, aiutando le cellule T a infiltrarsi nei tumori e ad attaccarli dall’interno.


Nel corso della ricerca gli scienziati hanno sviluppato un vaccino a Dna contro l’Hpv, chiamato Medi0457, che può arrecare benefici terapeutici – si distingue pertanto dai vaccini preventivi, che possono prevenire ma non curare il cancro. Lo hanno quindi testato su 21 pazienti affetti da carcinoma a cellule squamose della testa e del collo in fase avanzata, suddivisi in due gruppi. I primi hanno ricevuto una dose di Medi0457 prima dell'intervento e tre dosi dopo l’operazione. I secondi, invece, hanno ricevuto quattro dosi dopo la chemio e la radioterapia. La sperimentazione ha dimostrato che nell’86% dei casi (18 pazienti) il medicinale ha determinato un'elevata attivazione delle cellule T, che è durata per almeno tre mesi dopo la somministrazione della dose finale del vaccino. Ciò significa, precisano gli esperti, che l'effetto immunitario è persistito per almeno sei mesi dall'inizio dell'immunoterapia. Inoltre, in un caso l’impiego del vaccino avrebbe potenziato gli effetti benefici dei farmaci anti-PD1, portando alla guarigione del paziente. Gli autori concludono che i risultati ottenuti finora sono molto rilevanti, e che il passo successivo consisterà nel combinare l’uso di Medi0457 con altre terapie immunitarie.