Logo salute24
02-10-2018

Raffreddore? Dipende dal microbioma del naso



Il mix di batteri che vive all'interno del naso sarebbe in grado d’influenzare il tipo e la gravità dei sintomi del raffreddore. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Scientific Reports dai ricercatori del DuPont Nutrition and Health di Kantvik (Finlandia) e dell’Università della Virginia di Charlottesville (Usa), secondo cui la composizione del microbiota presente nel naso di un individuo avrebbe un impatto sul modo in cui il suo organismo reagisce alla malattia.


Per giungere a queste conclusioni, gli scienziati hanno esaminato i microrganismi presenti nel naso di 152 volontari, prima e dopo aver somministrato loro il virus del raffreddore. Hanno anche fatto in modo di escludere la possibilità che il virus o la malattia potesse alterare significativamente la composizione del microbiota nasale di ciascun partecipante.


L’analisi ha dimostrato che i batteri presenti nel naso dei soggetti rientravano in sei diversi modelli di microbiota nasale, ognuno dei quali era associato a differenze nella gravità dei sintomi del raffreddore e alla carica virale del virus responsabile della malattia. Per esempio, gli studiosi hanno osservato che gli individui con un microbiota nasale ricco di batteri Staphylococcus mostravano sintomi più gravi rispetto a chi ospitava una quantità inferiore di questi microrganismi, nonostante il raffreddore fosse stato provocato dallo stesso ceppo di virus.


“Abbiamo riscontrato effetti sulla carica virale e sulla quantità del virus presente nelle secrezioni nasali – spiega Ronald B. Turner, che ha coordinato lo studio -. Così il microbiota ambientale, il modello batterico ospitato nel naso, influenza il modo in cui le persone reagiscono al virus e la gravità della malattia”.