Logo salute24

Gatto o cane: chi è più “intelligente”?

Anche se la densità neuronale del cervello dei cani è maggiore di quella dei gatti, non significa che i primi siano più intelligenti dei secondi. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista Learning & Behavior da due ricercatori britannici, Stephen E. G. Lea dell’Università di Exeter e Britta Osthaus della Canterbury Christ Church University. Secondo gli autori, i cani non avrebbero un’intelligenza eccezionale come credono in molti, ma equiparabile a quella di molti altri animali.

 

Per giungere a queste conclusioni, gli scienziati hanno esaminato i risultati di oltre 300 studi sull'intelligenza animale. Hanno preso in considerazione, in particolare, cinque aspetti essenziali: la cognizione sensoriale, la cognizione fisica, la cognizione spaziale, la cognizione sociale e l’autocoscienza. Al termine dell’indagine, hanno scoperto che in diversi casi le facoltà intellettive dei cani erano state sopravvalutate rispetto a quelle di altri animali come lupi, gatti, scimpanzé, piccioni, iene, cavalli e delfini. “Durante il nostro lavoro ci è sembrato che molti studi sulla cognizione dei cani mirassero a dimostrare quanto siano intelligenti - spiega il dottor Lea -. Sono spesso paragonati agli scimpanzé e ogni volta che ottengono una vittoria, questo risultato accresce la loro reputazione assumendo la forma di qualcosa di eccezionale. Eppure abbiamo scoperto che ci sono specie ugualmente valide che si comportano almeno altrettanto bene quanto i cani negli stessi compiti”.

 

Gli autori precisano che i risultati della ricerca non suggeriscono che i cani siano poco intelligenti. Sono, infatti, paragonati agli scimpanzé e ai delfini, che sono generalmente considerati tra gli animali più intelligenti della Terra. Tuttavia, gli esperti ritengono che l’intelligenza dei cani non sia “eccezionale”, né necessariamente superiore a quella di altri animali, come per esempio i gatti.  “La cognizione del cane non sembra eccezionale – aggiunge la dottoressa Osthaus -. Non stiamo facendo un favore ai cani aspettandoci troppo da loro. I cani sono cani, e dobbiamo tenere conto dei loro bisogni e delle loro effettive abilità quando ci relazioniamo con loro”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 03/10/2018