Logo salute24
10-10-2018

Test saliva per prevenire attacco di cuore



Un nuovo test genetico potrebbe svelare se una persona rischia di essere colpita da un attacco cardiaco. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology da un team internazionale di ricercatori coordinato da Nilesh J. Samani dell’Università di Leicester (Regno Unito), secondo cui il nuovo esame, che può essere utilizzato per analizzare campioni di sangue o di saliva, sarebbe piuttosto economico e potrebbe quindi essere impiegato per effettuare lo screening dell'intera popolazione.


Per sviluppare il test, chiamato Genomic risk score (Grs), i ricercatori hanno analizzato 1,7 milioni di varianti genetiche. Hanno così messo a punto un metodo che ricerca  modelli genetici piuttosto che un singolo gene ereditario. Successivamente, lo hanno testato utilizzando i dati genetici raccolti dalla UK Biobank relativi a 482.629 persone di età compresa tra 40 e 69 anni, di cui 22.242 affette da cardiopatia coronarica. La sperimentazione ha dimostrato che i partecipanti con un punteggio Grs superiore avevano probabilità fino a quattro volte maggiori di sviluppare una malattia coronarica rispetto a quelli con un punteggio inferiore.


Secondo gli autori, l’impiego del test potrebbe aiutare a individuare i soggetti che pur non presentando i fattori di rischio tradizionali (come il colesterolo alto), corrono il pericolo di essere colpiti da un infarto. Inoltre, dato che il Dna non cambia, l’esame potrebbe essere effettuato a qualsiasi età, anche durante l’infanzia. E sebbene nello studio siano stati analizzati campioni di sangue, gli scienziati affermano che Grs potrebbe essere eseguito efficacemente anche sulla saliva.

potrebbe interessarti anche: