Logo salute24
24-10-2018

Herpes e Alzheimer: c'è un legame?



L’herpes labiale potrebbe essere coinvolto nello sviluppo dell'Alzheimer. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Frontiers in Ageing Neuroscience da Ruth F. Itzhaki, ricercatrice dell’Università di Manchester (Regno Unito), che ha esaminato il possibile legame tra il virus Hsv1 (herpes simplex virus 1) e questa forma di demenza per oltre 25 anni.


La scienziata ha analizzato tre studi condotti a Taiwan sullo sviluppo della demenza senile e il trattamento di pazienti che mostravano segni dell’infezione da herpes simplex virus (Hsv) o da virus varicella-zoster (Vzv). L’indagine ha evidenziato che il rischio di demenza senile era molto più elevato nelle persone che erano state infettate dal virus Hsv. Inoltre, è emerso che i trattamenti antivirali contro l'herpes avrebbero sensibilmente ridotto il numero di persone affette da Hsv1 che hanno sviluppato l’Alzheimer. Sulla base di questi risultati, l’esperta ritiene l'Hsv1 potrebbe essere all’origine del 50% (o forse più) dei casi di Alzheimer.


La dottoressa Itzhaki precisa che i risultati dei tre studi condotti a Taiwan si applicano solo alle infezioni gravi da Hsv1 (o da Vzv), che sono piuttosto rare, per cui occorre studiare i tassi di demenza tra le persone colpite da un’infezione lieve. Tuttavia, la scoperta potrebbe avere ripercussioni importanti: dato che la somministrazione dei farmaci antivirali anti-herpes riduce significativamente il numero dei pazienti gravemente colpiti dal virus Hsv1 che saranno colpiti da demenza, lo sviluppo di un vaccino anti-Hsv1 potrebbe rappresentare un trattamento efficace per prevenire l’Alzheimer.