Logo salute24
08-11-2018

Con altezza cresce il rischio-cancro



Gli individui alti corrono un rischio maggiore di essere colpiti da una forma di cancro. Lo evidenzia uno studio pubblicato su Procedings of Royal Society B da Leonard Nunney, un ricercatore dell’Università della California di Riverside (Usa), secondo cui questo fenomeno sarebbe dovuto al fatto che le persone più alte possiedono un numero più elevato di cellule e, pertanto, hanno maggiori probabilità che una di queste subisca una mutazione e si trasformi in una cellula tumorale.


Lo scienziato ha esaminato l’effetto dell’altezza su 23 tipi di cancro. Ha così scoperto che dei 18 tumori che colpiscono gli individui di entrambi i sessi, solo quattro non mostravano aumenti significativi con il crescere della statura: il cancro al pancreas, all’esofago, allo stomaco e alla bocca. Secondo Nunney, è possibile che questi tumori siano maggiormente associati a fattori ambientali. Negli altri casi, invece, una maggiore altezza era associata a un maggior rischio di ammalarsi.


Questo fenomeno, spiega l’esperto, sarebbe dovuto alla combinazione di due fattori: avere un numero maggiore di cellule e subire più divisioni cellulari. Le persone alte possiedono un numero più elevato di cellule e livelli più alti dell’ormone Igf-1, un fattore della crescita che è stato associato a un più alto tasso di divisione cellulare negli adulti di alta statura. “Se raddoppi le cellule, raddoppi il rischio di cancro – osserva il dottor Nunney -. Se raddoppi il numero di divisioni cellulari, raddoppi il rischio di cancro”. Pertanto, chi possiede una statura elevata presenterebbe maggior rischi di essere colpito da tumore, conclude lo studioso.