Logo salute24

Halloween, i consigli per un make-up sicuro

Ad Halloween la voglia di truccarsi contagia tutti. Per una sera sia gli adulti che i più piccoli vogliono divertirsi nei panni di streghe, zombie, vampiri e scheletri e quindi il giusto makeup diventa necessario per un travestimento impeccabile. Se le donne possono essere più avvedute, gli uomini possono invece andare incontro a qualche difficoltà nella scelta dei trucchi e nella routine del make up, fino a mettere a rischio la salute di pelle e occhi. Ecco alcuni consigli per non trasformare la notte delle streghe del 31 ottobre in una serata da dimenticare.
 
La scelta dei trucchi

Chi non vuole o non può affidarsi a mani più esperte deve fare attenzione a non acquistare prodotti cosmetici low cost e non certificati. Sono da preferire i trucchi ipoallergenici, non comedogenici, ovvero che non tendono a ostruire i pori della pelle e favorire la comparsa di punti neri, e che non contengono profumi.

Per un neofita del makeup leggere l'etichetta dei prodotti può rivelarsi un enigma difficile da risolvere. Farlo è indicato per scoprire le sostanze contenute all'interno del singolo prodotto. Queste sono elencate in ordine decrescente, a partire quindi da quelle presenti in percentuali maggiori. I nomi in latino indicano le sostanze naturali mentre i nomi in inglese sono utilizzati per elencare le sostanze che hanno subito un processo chimico.

Il rischio per chi usa prodotti non sicuri è l'insorgenza di irritazioni e dermatiti da contatto. Le aree più interessate da queste reazioni sono sicuramente l'area intorno agli occhi ma anche le labbra, la pelle del viso e il cuoio capelluto nel caso si usino sostanze per tinture e decoloranti per capelli. Attenzione soprattutto per i cosmetici che possono entrare a contatto diretto con gli occhi.

Particolare cura dev'essere riservata ai bambini che hanno una pelle più delicata e quindi vulnerabile. Il consiglio, per tutti, è quello di testare i prodotti in una piccola area, ad esempio il polso o dietro il lobo delle orecchie, per vedere se l'applicazione porta all'insorgenza di effetti indesiderati. Chi soffre di allergie o di dermatite atopica dev'essere ancora più accorto nella scelta dei cosmetici e magari optare solo per un travestimento con soli maschera e costume.

Per un look eccentrico o spaventoso di Halloween magari possono essere recuperati quei trucchi che si è comprati tanto tempo fa e che si sono utilizzati poche volte. In questo caso, prima di rispolverarli, è bene accertarsi che non siano scaduti. Anche se il cosmetico ha cambiato consistenza, odore o colore è meglio non utilizzarlo.

Come truccarsi

Mettersi davanti allo specchio è come mettersi a tavola: prima di truccarsi è indispensabile lavarsi accuratamente le mani. Se la pelle del viso, o di altre parti del corpo, presentano lesioni, escoriazioni o ferite è meglio non applicare il makeup. Anche gli applicatori dei trucchi devono essere ben puliti prima dell'uso.

Una crema idratante può essere utilizzata come base per il trucco. Se si vestono i panni del visagista e si ha a che fare con i bambini, attenzione a non esagerare con i trucchi in particolare nell'area vicino la bocca. Quando si applicano matite, ombretti e mascara si deve aver premura a evitare che il prodotto penetri negli occhi con il rischio di causare irritazioni.

La stessa cura va riservata anche al momento dello struccaggio. Prima di andare a letto è bene eliminare tutto quello che si è messo sulla pelle, con uno struccante e poi con acqua e sapone, utilizzando dischetti in microfibra e salviette oculari monouso magari con sostanze naturali. Le matite, per esempio, sono idrorepellenti e potrà essere più faticoso eliminarle.

Lenti a contatto sì o no?

Alcuni look possono essere impreziositi dall'applicazione di lenti a contatto, ad esempio per cambiare il colore dell'iride o per ricreare lo sguardo dei gatti o dei personaggi da incubo. Negli Stati Uniti la Food and Drugs Administration e l'American Academy of Ophtalmology suggeriscono di indossare le lenti fantasia per Halloween dopo un esame e dietro prescrizione.

Spesso queste lenti vengono vendute come semplici gadget ma il loro utilizzo non dev'essere sottovalutato. Applicarle con disattenzione può causare infezioni oculari, reazioni allergiche con lacrimazione e arrossamento, abrasione della cornea. Devono essere mantenute pulite con soluzioni apposite e non devono essere scambiate con altre persone né indossate per tutta la notte. Se, una volta indossate, si avverte dolore o forte fastidio o se l'occhio comincia a lacrimare è raccomandato rimuovere le lenti colorate.

 

Foto: Pixabay

di Vito Miraglia
Pubblicato il 30/10/2018