Logo salute24
13-12-2018

Legame tra antibiotico-resistenza e batteri intestinali



Nei batteri intestinali sono stati identificati oltre 6.000 geni responsabili della resistenza agli antibiotici. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature Microbiology da un team di ricercatori europei guidato dall'Institut National de la Recherche Agronomique di Parigi (Francia). Gli autori hanno scoperto perché alcuni dei microrganismi che popolano l'intestino umano sono in grado di sopravvivere in presenza degli antimicrobici, mentre gli altri soccombono.


Gli scienziati hanno sviluppato un nuovo metodo per identificare i geni responsabili della resistenza agli antibiotici, che confronta la strutture tridimensionale degli enzimi dotati di antibiotico-resistenza con le proteine ​​prodotte dai batteri intestinali. Hanno quindi applicato questo metodo a un elenco di diversi milioni di geni appartenenti a batteri intestinali. Sono così riusciti a identificare oltre 6.000 geni che determinano la resistenza agli antibiotici: si tratta di geni molto diversi da quelli precedentemente identificati nei batteri patogeni.


I ricercatori spiegano che la maggior parte dei geni responsabili dell’antibiotico-resistenza sembra essere presente nei batteri che hanno una relazione innocua con l'ospite umano, per cui non rappresentano una minaccia immediata per la salute umana. Tuttavia, avvertono che l'uso prolungato degli antibiotici potrebbe portare al trasferimento di questi geni ai batteri patogeni che sono presenti all’interno dell’intestino, riducendo ulteriormente l'efficacia di questi farmaci nel trattamento delle infezioni.