Logo salute24

Vita di coppia, con gli anni si litiga di meno

Dopo tanti anni di convivenza, le coppie tenderebbero a litigare di meno: conflitti e tensioni lascerebbero il posto a umorismo e tenerezza. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista Emotion dagli scienziati dell’Università della California di Berkeley (Usa) diretti da Alice Verstaen, che afferma: “Considerati i legami tra emozioni positive e salute, i nostri risultati sottolineano l'importanza delle relazioni intime per le persone anziane, e i potenziali benefici per la salute associati al matrimonio. Inoltre, sono coerenti con gli studi che suggeriscono che quando invecchiamo ci concentriamo maggiormente sugli aspetti positivi della vita”.

 

Nel corso dell’indagine gli autori hanno coinvolto 87 coppie eterosessuali di mezz’età o anziane, che erano sposate da 15 o 35 anni. In tre diverse occasioni, a distanza di pochi anni l’una dall’altra, le hanno invitate a discutere di esperienze condivise e motivi di conflitto in un ambiente di laboratorio per circa 15 minuti.  Analizzando le loro conversazioni, sono così riusciti a monitorare i cambiamenti intervenuti nelle loro interazioni emotive nel corso di 13 anni. In particolare, gli scienziati hanno codificato gli atteggiamenti dei coniugi sulla base delle loro espressioni facciali, del linguaggio del corpo, del contenuto verbale e del tono della voce. Le emozioni sono state classificate nelle seguenti categorie: rabbia, disprezzo, disgusto, prepotenza, stare sulla difensiva, paura, tensione, tristezza, lamento, interesse, affetto, umorismo, entusiasmo e consenso.

 

Al termine dell’esperimento è emerso che con il passare del tempo tutti i partecipanti, indipendentemente dalla soddisfazione nei confronti della loro relazione, hanno sperimentato un generale aumento degli atteggiamenti emotivi positivi e una riduzione di quelli negativi nei confronti del proprio partner. La tendenza a criticare e a stare sulla difensiva è stata sostituita da umorismo e comportamenti affettuosi. Secondo i ricercatori, questi risultati smentiscono l’idea che le emozioni si appiattiscano o si deteriorino in tarda età: al contrario, sembrerebbe che le coppie sposate da molto tempo siano più affiatate.

 

“I nostri risultati fanno luce su uno dei grandi paradossi della tarda età – spiega Robert W. Levenson, l'autore senior dello studio -. Nonostante sperimentino la perdita di amici e familiari, le persone anziane che hanno un matrimonio stabile sono relativamente felici e presentano bassi tassi di depressione e ansia. Il matrimonio è positivo per la loro salute mentale”.

 

Foto: © drubig-photo - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 06/12/2018