Logo salute24
17-12-2018

Ansia, individuato il circuito cerebrale che la controlla



Identificato il circuito cerebrale che controlla l’ansia. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Cell Reports dai ricercatori del Weizmann Institute of Science di Rehovot (Israele), secondo cui la scoperta potrebbe favorire l’individuazione di nuovi trattamenti per gli stati ansiosi.


Nel corso di alcuni esperimenti diretti a comprendere il ruolo svolto dalle importine - proteine presenti in tutte le cellule che trasportano le molecole nel nucleo -, gli scienziati hanno scoperto che i topi geneticamente privati dell’importina alfa-5 non mostravano ansia. Anche quando erano inseriti in contesti stressanti, come in grandi spazi aperti o su piattaforme aperte e molto elevate, si comportavano in modo tranquillo.


Studiandoli, i ricercatori hanno osservato che l’importina alfa-5 era fondamentale per abilitare l'ingresso nei nuclei dei neuroni di MeCP2, un gene regolatore che influenza i comportamenti ansiosi. A sua volta, questo gene controllerebbe i livelli di un enzima coinvolto nella produzione di una molecola di segnalazione chiamata S1P. Nei topi privi d’importina alfa-5, MeCP2 non è riuscito a entrare nei nuclei dei neuroni che controllano l'ansia, e questo ha ridotto il rilascio di S1P, impedendo agli animali di sperimentare disturbi ansiosi.


Secondo gli esperti, comprendere esattamente il modo in cui il circuito cerebrale identificato regola l’ansia potrebbe favorire lo sviluppo di nuovi farmaci ansiolitici, oppure aiutare a capire come utilizzare medicinali già esistenti per alleviare i sintomi dell’ansia.