Logo salute24
27-12-2018

Alcol, responsabile di un terzo dei casi di emicrania



Un terzo dei casi di emicrania sarebbe collegato al consumo di alcol. È quanto emerge da uno studio pubblicato su European Journal of Neurology dai ricercatori del Centro medico universitario di Leiden (Paesi Bassi), che ha coinvolto 2.197 pazienti affetti da emicrania. Il 35,6% del campione ha indicato le bevande alcoliche come “fattore scatenante” del mal di testa.


Inoltre, più del 25% dei volontari ha dichiarato di aver smesso di consumare alcolici per non incorrere in un attacco di emicrania. Il vino, e in particolare il vino rosso, è stato indicato dal 77,8% dei partecipanti come la principale causa scatenante del mal di testa tra le bevande alcoliche. Tuttavia, il vino rosso ha provocato un attacco ogni volta che è stato consumato solo nell'8,8% dei soggetti.


Il tempo di esordio dell’attacco di emicrania in seguito all’assunzione di alcolici risulta inferiore a tre ore in un terzo dei pazienti. Infine, quasi il 90% degli intervistati ha sperimentato un tempo di esordio inferiore alle 10 ore, indipendentemente dal tipo di bevanda alcolica consumata. “L'emicrania innescata dall'alcol si verifica rapidamente dopo l'assunzione di bevande alcoliche – spiega Gisela M. Terwindt, che ha coordinato l’indagine -: questo suggerisce l’esistenza di un meccanismo diverso rispetto a quello di una normale sbornia”.