Logo salute24

Mezz'ora di attività fisica al posto di stare seduti riduce rischio morte

Sostituire mezz’ora d’inattività con 30 minuti di esercizio fisico di qualsiasi intensità potrebbe ridurre il rischio di morte prematura fino al 35%. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology da un gruppo di ricerca statunitense diretto da Keith Diaz del Columbia University Medical Center di New York, che afferma: “I nostri risultati sottolineano un importante messaggio di salute pubblica: l'attività fisica di qualsiasi intensità arreca benefici alla salute”.

 

Per giungere a queste conclusioni, gli autori hanno analizzato i dati di 7.999 persone di età pari o superiore a 45 anni, che tra il 2009 e il 2013 avevano preso parte al “Reasons for geographic and racial differences in stroke study”. Ai partecipanti era stato chiesto d’indossare un monitor di attività per almeno quattro giorni, che doveva registrare la quantità e l'intensità dell'esercizio fisico svolto dai soggetti durante le ore diurne. I ricercatori hanno esaminato, in particolare, il tasso di mortalità registrato tra i volontari fino al 2017, e stimato l’impatto sul rischio di morte prematura della sostituzione del tempo trascorso in modo sedentario con del tempo dedicato a svolgere un’attività fisica.

 

Al termine dell’analisi, gli studiosi hanno scoperto che sostituire 30 minuti d’inattività con lo svolgimento di qualsiasi tipo di esercizio fisico a bassa intensità potrebbe ridurre il rischio di morte prematura del 17%. Inoltre, praticare un'attività d’intensità moderata o alta sarebbe due volte più efficace: potrebbe diminuire il pericolo di morte prematura fino al 35%. Ma anche interrompere i momenti di sedentarietà con brevi periodi di movimento, come una passeggiata di un paio minuti, potrebbe fare bene alla salute.

 

“Chi svolge un lavoro o ha uno stile di vita che comporta di stare seduti per molto tempo, potrebbe ridurre il rischio di morte prematura muovendosi più spesso, per tutto il tempo che vuole e in base alle sue possibilità – sottolinea il dottor Diaz -. Ciò significa praticare un esercizio ad alta intensità, ma anche svolgere un’attività a bassa intensità come camminare”.

 

Foto: © Serg Nvns - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 30/01/2019