Logo salute24
24-01-2019

Più informazione per ridurre uso antibiotici



Un maggiore accesso alle informazioni potrebbe ridurre l’uso non necessario degli antibiotici. Lo sostiene uno studio pubblicato sul Journal of Antimicrobial Chemotherapy dai ricercatori dell’Università di Oxford (Regno Unito), che hanno verificato gli effetti del piano quinquennale adottato  nel 2013 dal Chief Medical Officer for England per contrastare la diffusione dell’antibiotico-resistenza in Inghilterra.


Gli scienziati spiegano che una parte del piano prevedeva la creazione di un sito web, finanziato con fondi pubblici, diretto a fornire ai medici informazioni sulla corretta prescrizione degli antibiotici, basate sulla pratica e sui diversi periodi dell’anno. A cinque anni dall'avvio della strategia, i ricercatori britannici hanno quindi esaminato se il sito fosse stato in grado d’influenzare l’impiego degli antimicrobici nel Paese.


Per calcolare il volume delle prescrizioni di antibiotici, gli esperti hanno utilizzato i dati annuali registrati dal 1998 al 2016 e quelli mensili registrati da ottobre 2010 a giugno 2018. Hanno così scoperto che dopo diversi anni in cui il numero di prescrizioni era rimasto stabile, a partire dal 2013 ha mostrato una tendenza decrescente. Tra il 2012 e il 2017 le prescrizioni di antibiotici sono infatti diminuite del 14%, nonostante il contesto aumento della popolazione. Ciò, secondo gli autori, suggerisce che la disponibilità di maggiori informazioni sarebbe in grado di ridurre l’uso improprio degli antibiotici.

potrebbe interessarti anche: