Logo salute24
06-02-2019

Colon, il rischio tumore aumenta con sedentarietà anche prima dei 50 anni



La sedentarietà potrebbe accrescere il rischio di sviluppare il cancro al colon-retto. È quanto emerge da uno studio pubblicato su JNCI Cancer Spectrum dai ricercatori della Washington University School of Medicine di St Louis (Usa) e del Massachusetts General Hospital and Harvard Medical School di Boston (Usa), secondo cui trascorrere più di un’ora davanti alla tv tutti i giorni potrebbe aumentare significativamente le probabilità d’incorrere nella malattia. La ricerca ha analizzato le abitudini di 89.278 donne americane di età compresa tra 25 e 42 anni, che avevano preso parte al “Nurses' Health Study II”. Lo stato di salute delle partecipanti è stato monitorato per più di vent’anni. Durante questo periodo sono stati registrati 118 casi di tumore del colon-retto a esordio giovanile.


L’indagine ha evidenziato che le donne che trascorrevano più di 14 ore a settimana sedute davanti alla tv correvano un rischio maggiore di sviluppare il cancro al colon-retto rispetto a quelle che vi trascorrevano meno di 7 ore. Nello specifico, passare più di un'ora al giorno a guardare la televisione era associato a un aumento del rischio del 12%, mentre passare più di due ore davanti alla tv tutti i giorni accresceva le probabilità di tumore al colon-retto di quasi il 70%.I ricercatori precisano che quest’associazione era indipendente dall’indice di massa corporea delle partecipanti e dall'esercizio fisico che svolgevano quotidianamente, ed è stata osservata in donne che non avevano una storia familiare di cancro al colon-retto. “l fatto che questi risultati siano indipendenti dall’Imc e dall'attività fisica – sottolinea Yin Cao, che ha coordinato lo studio -, suggerisce che la sedentarietà può costituire un fattore di rischio completamente diverso per il tumore al colon-retto a insorgenza giovanile”.