Logo salute24

Aracnofobia? Migliora guardando l'Uomo Ragno

I ragni possono fare meno paura dopo aver guardato un film di Spiderman. Il supereroe potrebbe avere anche un altro superpotere, attenuare l’aracnofobia, una delle forme più comuni di fobia per gli insetti. È il risultato di un esperimento condotto da ricercatori di due università israeliane, la Ariel University e la Bar-Ilan University, raccontato in uno studio pubblicato di recente su Frontiers in Psychiatry. Oltre a Spiderman anche un altro eroe della Marvel, potrebbe essere d'aiuto: Antman, potrebbe infatti migliorare i sintomi di chi soffre di mirmecofobia, ovvero chi ha paura delle formiche.

Esposizione a stimoli contro la fobia

Una fobia è una condizione caratterizzata da forte, irrazionale e angosciosa paura che si manifesta alla presenza di un determinato oggetto o di una situazione; anche solo aspettarsi questa presenza può suscitare tali sensazioni. Gli insetti, e i ragni in particolare, possono scatenare angoscia e paura. Chi soffre di aracnofobia assume determinati comportamenti, ad esempio evita di andare in luoghi in cui potrebbero esserci dei ragni e davanti a un ragno potrà reagire gridando o scappando oppure sarà incapace di rispondere alla presunta minaccia, ad esempio cercando di allontanare o uccidere l’insetto.

Tra gli approcci terapeutici utilizzati per superare fobie specifiche c’è la terapia dell’esposizione. In un contesto di sicurezza i pazienti vengono esposti alle cose che temono e che tendono a evitare in modo tale da affrontare la propria paura. Questo è stato lo strumento utilizzato dai ricercatori delle due università israeliane. Il team di esperti ha infatti valutato gli effetti dell’esposizione a uno stimolo fobico: la vista degli insetti in un film Marvel.

Riduzione dei sintomi

L’esperimento è stato condotto su 424 soggetti divisi in quattro gruppi. Ai primi due è stata mostrata una scena di due film: Spiderman 2 e Antman, mentre gli altri due sono stati usati come controllo e sono stati esposti o alle scene di apertura dei film Marvel oppure a scene naturali. I sintomi delle fobie sono stati valutati con un questionario prima e dopo la visione delle clip. Sono bastati sette secondi dei film dell'Uomo Ragno e di Antman per far diminuire i sintomi dell’aracnofobia e della mirmecofobia del 20% nei primi due gruppi.
 
Negli altri due gruppi non è stata invece rilevata alcuna riduzione significativa dei sintomi. Come spiegano i ricercatori ciò suggerisce che né la calma, con la visione di una scena naturale, né il divertimento associato al film di supereroi fosse in grado di alleviare i sintomi della fobia. Al contrario era proprio l’esposizione specifica a ragni e formiche all’interno di un contesto positivo, ovvero il film Marvel, a determinare gli effetti benefici del trattamento.

Cinema-terapia

I film tratti dai fumetti con protagonisti i supereroi possono avere diversi effetti positivi. Ne sono convinti gli autori della ricerca. Queste pellicole sono animate da personaggi che si confrontano con le proprie paure e possono dunque aiutare chi le guarda a sentirsi meglio con se stessi. Incorporare la visione di brevi scene dei film Marvel in un protocollo terapeutico per le fobie potrebbe essere molto efficace, concludono i ricercatori. Potrebbe inoltre rinforzare la cooperazione e la motivazione del paziente liberando la terapia da connotazioni negative. Un’esposizione positiva di questo genere potrebbe essere presa in considerazione a fronte delle difficoltà di utilizzo dell’esposizione alla realtà viruale e di quella in vivo, cioè alla presenza reale dell’oggetto temuto, sicuramente più efficace ma a cui non sempre si può far ricorso.

 

Foto: Pixabay

di Vito Miraglia
Pubblicato il 26/04/2019