Logo salute24
20-05-2019

Chi cammina veloce vive più a lungo



Le persone che hanno un’andatura veloce potrebbero avere maggiori probabilità di vivere più a lungo. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Mayo Clinic Proceedings dai ricercatori dell'Università di Leicester (Regno Unito), secondo cui chi cammina più lentamente, invece, avrebbe un'aspettativa di vita inferiore.


La ricerca è stata condotta sui dati di 474.919 cittadini britannici, raccolti dalla UK Biobank tra il 2006 e il 2016. I risultati indicano che le persone che camminano velocemente hanno una maggiore aspettativa di vita indipendentemente dal loro peso - che siano sottopeso, normopeso, sovrappeso o obesi. Gli individui che hanno un’andatura più lenta avrebbero invece una speranza di vita inferiore, soprattutto se sono sottopeso: gli uomini che appartengono a questa categoria  potrebbero aspettarsi di vivere in media 64,8 anni, mentre le donne sottopeso che camminano lentamente potrebbero sperare di raggiungere i 72,4 anni. Secondo gli autori, questa è la prima ricerca a dimostrare l’associazione tra un’andatura veloce e un'aspettativa di vita più lunga, indipendentemente dal peso corporeo o dallo stato di obesità.


“I nostri risultati potrebbero aiutare a chiarire l'importanza dell'attività fisica rispetto al peso corporeo per l'aspettativa di vita delle persone – spiega Tom Yates, che ha coordinato lo studio -. In altre parole, i risultati suggeriscono che la forma fisica potrebbe essere un indice migliore dell'aspettativa di vita rispetto all'indice di massa corporea (Imc), e che incoraggiare la popolazione a camminare più velocemente potrebbe allungare la durata della loro vita”.