Logo salute24

7.500 passi al giorno, il segreto per la longevità al femminile

Fare 7.500 passi al giorno potrebbe aiutare le donne anziane a vivere più a lungo. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston (Usa), secondo cui durante la terza età non sarebbe necessario raggiungere l’obbiettivo di 10.000 passi al giorno per restare in salute.

 

“L’idea di fare 10.000 passi al giorno può essere scoraggiante – osserva I-Min Lee, che ha diretto la ricerca -. Ma abbiamo scopeto che anche un modesto aumento del numero dei passi è legato a una significativa riduzione della mortalità tra le donne anziane. Il nostro studio si aggiunge al crescente corpo di prove dell'importanza dell'attività fisica per la salute, chiarisce il numero di passi correlati alla riduzione della mortalità e amplifica il messaggio: ‘più passi - anche un leggero aumento può essere utile’”.

 

L’indagine ha coinvolto 16.741 donne dell’età media di 72 anni., che sono state invitate a indossare un accelerometro – un dispositivo in grado di registrare i movimenti - per sette giorni consecutivi, durante tutte le ore di veglia. Successivamente, le partecipanti sono state seguite in media per un periodo superiore a quattro anni, durante il quale 504 volontarie sono decedute.

 

Al termine del monitoraggio gli autori hanno scoperto che le donne che si muovevano di meno, facendo in media 2.700 passi al giorno, correvano un maggior rischio di morire. Rispetto a loro, le partecipanti che facevano circa 4.400 passi al giorno presentavano un pericolo inferiore del 41%. Inoltre, gli studiosi hanno osservato che il rischio di decesso continuava a diminuire in concomitanza con l’incremento del numero giornaliero di passi, fino alla soglia di 7.500 passi, oltre la quale si è stabilizzato. Gli scienziati hanno anche scoperto che la rapidità con cui le partecipanti si muovevano non influenzava la loro longevità: non importava che fossero veloci o lente, per vivere di più bastava fare almeno 7.500 passi al giorno.

 

Il passo successivo, spiegano i ricercatori, consisterà nello studiare persone più giovani per determinare se i risultati siano applicabili anche ad altri gruppi d’individui, in particolare a quelli che possono camminare di più. Inoltre, nelle prossime indagini gli autori intendono includere anche altri parametri, come la qualità della vita e il rischio di malattie specifiche. “Naturalmente nessun singolo studio è isolato – sottolinea la dottoressa Lee -. Ma il nostro lavoro continua a dimostrare l'importanza dell'attività fisica. Anche un numero modesto di passi è stato collegato a un minor tasso di mortalità tra le donne più anziane. Speriamo che questi risultati forniscano un incoraggiamento alle persone che ritengono che riuscire a fare 10.000 passi al giorno sia un obiettivo irraggiungibile”.

 

Foto: sarcifilippo - Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 03/06/2019