Logo salute24

Da Galileo ad oggi: come è cambiato il termometro

Dopo quasi trecento anni di onorato servizio, il termometro a mercurio presto andrà in pensione. Lo strumento, inventato da Daniel Fahrenheit, costruttore di termometri di Amsterdam nel 1714, presto infatti sarà ritirato dal mercato e diventerà un articolo per collezionisti. Il suo funzionamento è basato sulle proprietà di dilatazione termica di un liquido per variazioni di temperatura.
Rimpiazzato da strumenti di misurazione della temperatura corporea digitali, il termometro a mercurio aveva a sua volta sostituito il termoscopio (nella foto) progettato da Galileo Galilei nel 1592.
La pratica clinica di utilizzare questi antenati dell`attuale diffusissimo termometro ebbero all`inizio scarsi successi, perché erano necessarie molte esperienze per poter dare valore ai dati ottenuti. Fu nel 1612 che Santorio Santorre applicò per la prima volta la misura della temperatura alla medicina e per farlo si servì dell`innalzamento nella colonnina graduata dell`acqua o dell`alcol; bisognerà aspettare un secolo perché a questi venisse sostituito il mercurio.
Martin nel 1769 fissò definitivamente la temperatura umana fisiologica come oscillante tra i 36 e i 37 gradi.
A partire dal 1990, i termometri a mercurio, considerati rischiosi da maneggiare e potenzialmente pericolosi per la salute, sono stati progressivamente sostituiti con strumenti elettronici di rilevazione della temperatura.

di
Pubblicato il 12/12/2008