X

Ti potrebbe interessare anche

Sesso: con il peperoncino può essere flop

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Disco1

Piacersi «a pelle»:
sudore e feromoni
mix da sesto senso?

È successo a tutti di provare simpatia o antipatia nei riguardi di persone appena conosciute senza essere in grado di spiegarne il motivo. E se fossero i feromoni a “pilotare” i nostri giudizi? Il dibattito sulla materia è controverso, ma diversi studi sostengono che anche negli umani i feromoni siano in grado di scatenare l`attrazione verso gli individui dell`altro sesso.
Negli animali, i feromoni vengono rilevati da un organo chiamato vomeronasale, situato all`interno del naso e in grado di inviare gli stimoli direttamente al cervello. Negli umani esiste un organo simile, ma non risulta collegato alla mente, pertanto gli studiosi ritengono che questa “forma di comunicazione” si sia persa a un certo punto della nostra evoluzione.
Secondo uno studio condotto da  David Berliner e Luis Monti-Bloch dell`Università dello Utah, tuttavia, l`organo vomeronasale si attiverebbe anche nell`uomo in risposta agli ormoni del sesso opposto. I ricercatori hanno infatti osservato che nelle donne, l`organo in questione reagirebbe in risposta all`inalazione di estratti contenenti androstadienone - un derivato del testosterone presente nel sudore maschile -, mentre negli uomini si registrerebbe una reazione molto simile in presenza estratetraenolo, riscontrabile nell`urina femminile. Inoltre questi estratti di ormoni liberati nell`aria sarebbero in grado di modificare l`umore: provocherebbero un effetto calmante sugli esponenti del sesso opposto.
Un altra ricerca, condotta da Ivanka Savic del Karolinska Institute di Stoccolma, in Svezia, ha dimostrato, tramite l`utilizzo della tecnica di neuro-imaging, che le persone esposte a estratti di androstadienone mostravano segni di reazione nella parte anteriore dell`ipotalamo, una zona del cervello coinvolta nel comportamento sessuale. Dai risultati è emerso che la sostanza provocava una risposta solo nelle donne eterosessuali e negli uomini omosessuali, ma non negli etero e nelle donne gay. In seguito ha ripetuto l`esperimento con l`estratetraenolo, ottenendo l`effetto opposto.
Nonostante gli esiti di questi studi, non si chiude il dibattito sui “feromoni umani”, come resta sempre aperto il mistero su quale sia la scintilla in grado di accendere l`attrazione.

di nadia comerci (31/12/2008)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.

Commenti dei lettori

    • VINCENZO FUSCO25/03/2009
    • IN PRINCIPIO L`UOMO E` UN ANIMALE, CE NE DIMENTICHIAMO TROPPO SPESSO. SALUTI