X

Ti potrebbe interessare anche

Scoperti i geni dell'artrite reumatoide: bersagli per nuovi farmaci?

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Linfocita-1

Malattie autoimmuni:
nell’anergia il segreto
per combatterle?

La lotta alle malattie immunitarie potrebbe nascondersi nell`anergia, meccanismo che induce l’assenza di reazione da parte dell`organismo nei confronti di una sostanza che il corpo stesso riconosce come estranea. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che le cellule autoimmuni non sono presenti soltanto in coloro che soffrono  di patologie legate al malfunzionamento del sistema immunitario, come il lupus o l`artite reumatoide, ma anche nei soggetti sani. È quanto emerge dallo studio pubblicato su The Journal of Experimental Medicine dai ricercatori dell’ Oklahoma Medical Research Foundation, che hanno rilevato come le cellule B autoimmuni siano presenti, anche se “disattive”, in alcuni soggetti sani.
Durante le produzione di linfociti B all’interno del midollo osseo,
l’organismo determina se i loro antigeni corrono il rischio di confondere i propri tessuti con i nemici esterni: in caso affermativo, i recettori vengono “riprogrammati” o eliminati. Tuttavia, a volte, capita che alcune cellule B sfuggano ai controlli, "scivolando" nei tessuti. Non sempre però, secondo i ricercatori, finiscono col rivolgere i loro attacchi nei confronti dei propri tessuti: in alcuni casi si crea una situazione di anergia  - ovvero l’assenza di reazione nei confronti di una sostanza che l`organismo riconosce come estranea - che impedisce questi attacchi.
Gli studiosi hanno analizzato 95 combinazioni di anticorpi, rilevando
che il 2,5% delle cellule B circolanti nel sangue di persone sane erano autoimmuni. Anche se i linfociti non sembravano causare disturbi nei soggetti sani, gli autori hanno scoperto in essi il potenziale, in seguito ad uno stimolo, di produrre anticorpi auto-reattivi in provetta, in grado di attaccare i tessuti organici.
Secondo gli studiosi queste cellule potrebbero essere i precursori
degli anticorpi autoreattivi che causano le patologie autoimmuni, come l’atrite reumatoide o il lupus eritematoso sistemico. Il meccanismo anergico, spiegano i ricercatori, sarebbe invece in grado di controllare e prevenire l’autodistruzione dei linfociti lasciati dall`organismo “liberi di fare danni”: ed è su questo nuovo orizzonte, concludono i ricercatori, che si concentreranno i prossimi studi.

di nadia comerci (04/01/2009)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.