Logo salute24

Smettere con le bionde: in due è meglio

Si dice “meglio soli che male accompagnati”, ma nella lotta contro il fumo di sigaretta funziona meglio un altro detto: "L`unione fa la forza". Secondo uno studio dell`Osservatorio inglese sui rischi legati al tabacco, infatti, i fumatori avrebbero il doppio delle possibilità di smettere di fumare se decidono di farlo in compagnia, anziché da soli.
I ricercatori sono giunti a questi risultati comparando il successo e il rapporto qualità-prezzo dei due servizi per smettere di fumare offerti dal Servizio sanitario nazionale inglese: il primo basato su una terapia psicologica di gruppo, il secondo sull`assunzione individuale di farmaci.
L`efficacia dei due tipi di servizio è risultata differente: più di un terzo dei fumatori sottoposti alla metodologia basata sul supporto collettivo ha smesso di fumare dopo sole quattro settimane, il che equivale a circa il doppio del risultato ottenuto dal servizio farmacologico. 
“Questi risultati – ha dichiarato Linda Baul, che ha guidato gli esperimenti – concordano con le precedenti ricerche che mostravano come i fumatori, con una terapia di gruppo, avessero maggiori possibilità di smettere di fumare. La terapia di gruppo, unita a farmaci o cerotti che sostituiscono la nicotina, sono la giusta ricetta per vincere subito la dipendenza dalle `bionde`”.
Il supporto del gruppo, insomma, farebbe la differenza. Rinunciare alle sigarette sapendo di non essere gli unici a farlo, spiegano gli esperti, avrebbe un effetto di stimolo fondamentale. È come se venisse a crearsi, nel corso delle sedute, un gruppo di sodali che lottano tutti per la stessa causa. E i tempi di eliminazione della dipendenza risulterebbero quindi più brevi.
Viceversa, limitarsi ad assumere farmaci in solitudine renderebbe la rinuncia al tabacco un`operazione più faticosa e dura da accettare. E il rischio di ricadere nella spirale delle “bionde” sarebbe quindi maggiore. “Noi smettiamo”, insomma, funziona meglio dell`“io smetto”.

di lidia baratta
Pubblicato il 27/01/2009