Logo salute24

Donne o acrobate? "L’educazione sessuale antidoto alla violenza"

Le donne continuano a inseguire pari opportunità e troppo spesso sono costrette a scegliere tra carriera e famiglia. Hanno avuto accesso a posizioni tradizionalmente maschili ma continuano a guadagnare meno dei colleghi (16% in media). Crescono anche stupri e molestie: circa sei milioni di italiane ne sono state vittime nel corso della vita. Con fenomeni nuovi e preoccupanti come quelle in “branco”. Utilizzano poco la contraccezione ormonale (16,1%) anche se ritengono che la pillola abbia cambiato il mondo. Diventano mamme sempre più tardi (31 anni l’età media al primo parto) ma in genere non per scelta. È la fotografia che emerge dal libro “Acrobate - a 50 anni dalla pillola anticoncezionale, 40 dalla rivoluzione sessuale e 30 dalla legge 194 - 20 ritratti di donne, in bilico fra la voglia di volare e il frigo da riempire”.
"Sono ormai indispensabili interventi concreti: leggi per parificare le retribuzioni, sull’esempio del presidente Obama - spiega Alessandra Graziottin, che ha curato prefazione e approfondimenti - .Sgravi fiscali e flessibilità di orari per facilitare le mamme che lavorano. Asili nido interni almeno nelle aziende più grandi. E per contrastare la violenza promuovere l’educazione affettiva e sessuale a casa e nelle scuole".
"È vero, affrontare questi temi in classe e in famiglia è il modo migliore per promuovere la conoscenza e rispetto verso le donne – commenta Monica Bellucci, una delle protagoniste del volume, promosso dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo) e presentato oggi al Senato -.  Con mia figlia di quattro anni ho già iniziato a parlare di sessualità. Per me il sesso è vita, gioia, amore: alla mia bambina insegnerò a non avere paura".  L’attrice è una delle venti professioniste che hanno accolto l’invito della Sigo per portare la loro testimonianza. Donne in bilico, un po` acrobate, un po` contorsioniste. In equilibrio tra famiglia, lavoro e diritti. Ci sono le storie di Monica Bellucci, Nancy Brilli, Margherita Buy, Lucrezia Lante Della Rovere, delle giornaliste Ilaria D’Amico ed Emanuela Falcetti, del direttore d’orchestra Nicoletta Conti, dell’imprenditrice Federica Olivares, di medici, docenti universitarie, delle campionesse olimpiche Diana Bianchedi, Federica Pellegrini e Josefa Idem. “Un’operazione di sensibilizzazione con un obiettivo di solidarietà – spiega Giorgio Vittori, presidente della Sigo – : i proventi di questo libro saranno infatti destinati a progetti a favore delle donne immigrate, oggi le più vulnerabili a gravidanze indesiderate e  discriminazioni. Un’operazione con cui ci proponiamo di tutelare e valorizzare il femminile a tutto tondo”.

“Acrobate”, a cura di Mauro Boldrini, Sabrina Smerrieri, Francesca Goffi, Intermedia editore, 165 pagine.

(aggiornato il 05-02-2009)

di cosimo colasanto
Pubblicato il 03/02/2009