Logo salute24

Smettere di fumare: «Evitare il fai-da-te, può essere pericoloso»

"Una forte volontà è sempre la molla per diventare un ex-fumatore". Il professor Claudio Maria Sanguinetti, direttore dell`Unità operativa complessa di pneumologia dell`Azienda ospedaliera San Filippo Neri di Roma risponde alle domande di Salute24. Si parte dai centri anti-tabagismo, ne esistono 362, diffusi su tutto il territorio nazionale. Per sapere dove, il Ministero della Salute mette a disposizione un numero verde: 800.554.088.
Il secondo passo è la prescrizione del medico di famiglia, "che ha un ruolo fondamentale nel convincere l`assistito a intraprendere una terapia", sottolinea Sanguinetti. C`è poi la forza di volontà. "Che da sola basta - spiega il medico  -. Nei centri, con l`aiuto di specialisti, è più semplice e sicuro". Attenzione, quindi, al fai-da-te. "Può essere anche pericoloso - avverte il professor Sanguinetti - è sempre necessario farsi seguire da un medico".  
Gli argomenti trattati. Spirometria (nella foto): cos`è e perché è utile? Il secondo passo: il sostegno psicologico e, per chi lo desidera, la partecipazione ad una terapia di gruppo.

di cosimo colasanto
Pubblicato il 19/02/2009

potrebbe interessarti anche: