Logo salute24

Mamma e papà sono stressati e i ragazzi si ammalano di più

Scuola, ufficio, piscina, corso d’inglese. Chi più ne ha più ne metta. Ma alla fine, le piccole e grandi incombenze quotidiane, se affrontate con ansia da parte dei "grandi" finiscono per trasmettere ai figli insicurezza e persino qualche malattia. Quando mamma e papà sono sotto pressione, i bambini, infatti, diventano più vulnerabili. A dirlo è una ricerca pubblicata sulla rivista Brain, Behaviour and Immunity, secondo la quale lo stress dei genitori potrebbe essere la causa di piccole e grandi patologie.
Lo studio condotto da Mary Caserta del dipartimento di Pediatria della Rochester University presso New York e coordinato dal pediatra e immunologo Xia Jin, ha coinvolto i genitori di 169 bambini tra i 5 e i 10 anni. La salute dei piccoli è stata monitorata per tre anni ed è emersa chiaramente una relazione: i bambini i cui genitori sono più stressati si ammalavano di più e più spesso. In realtà gli studi che hanno dimostrato gli effetti negativi dello stress sul fisico, oltre che sulla mente, sono numerosissimi, ma finora nessuno aveva pensato di studiarne gli effetti indiretti sui familiari.
Gli esperti Usa hanno pensato, quindi, di testare l`effetto dell`esposizione allo stress altrui sui più indifesi, cioè i bambini. Per prima cosa è stato chiesto a un gruppo di genitori di monitorare attentamente, compilando un diario, lo stato di salute dei propri figli. Poi, ogni sei mesi, i genitori sono stati sottoposti ad approfonditi test psicologici per valutare il loro livello di stress e ansia. Ne è emerso che per ogni punto in più sulla scala dello stress di mamma e papà (secondo i parametri diagnostici usati dai medici), i figli hanno il 40% in più di possibilità di ammalarsi e il 70% di presentare sintomi febbrili.

di
Pubblicato il 14/07/2008