Logo salute24

Esercizi anti-età: pulizie e giardinaggio, e gli uomini vivono di più

Andare a fare la spesa, magari a piedi. Aiutare la propria moglie nelle faccende di casa, fare giardinaggio dedicandosi a piantare e curare piante e ortaggi e ripulire il viale davanti al palazzo. Non è il vademecum del marito perfetto: sono alcune semplici regole “per soli uomini” che, se seguite costantemente, possono migliorare la qualità della vita e allungarla di qualche anno. Ad affermarlo è una ricerca sulla popolazione svedese durata 32 anni, condotta da un gruppo di studiosi dell’Università di Uppsala e pubblicata sul British Medical Journal, da cui emerge che aumentare i livelli di attività durante la mezza età consente di prolungare agli uomini la vita tanto quanto smettere di fumare.
A 50 anni – I ricercatori hanno monitorato l’attività fisica e l’aspettativa di vita di più di 2205 uomini chiedendo loro di compilare dei questionari circa le attività svolte nei primi anni 1970, quando avevano circa 50 anni. Gli uomini sono poi stati divisi in tre gruppi, secondo il livello di esercizio fisico settimanale dichiarato: elevati livelli di attività, livelli moderati e sedentari.
I tre gruppi - All’interno del gruppo “elevati livelli di attività fisica” sono stati inseriti coloro che avevano dichiarato almeno tre ore di sport o di lavori casalinghi pesanti ogni settimana. Al livello “moderato” è stato inserito chi affermava di fare saltuariamente passeggiate di alcune ore a piedi o in bicicletta, mentre i soggetti che sono stati classificati come sedentari avevano dichiarato di trascorrere la maggior parte del tempo libero guardando la televisione.
Trentadue anni dopo - Le abitudini all’esercizio dei 2205 uomini sono poi state rivalutate 10, 20, 27 e 32 anni dopo, rispettivamente all`età di 60, 70, 77 e 82  anni. Il team nel corso degli anni ha rilevato che gli uomini che svolgevano alti livelli di attività fisica all`età di 50 anni hanno vissuto mediamente 2,3 anni in più rispetto agli uomini sedentari e 1,1 anni in più di coloro che durante al mezza età avevano segnalato livelli medi di attività. Non solo: i ricercatori hanno anche rilevato che i soggetti che tra i 50 e i 60 anni avevano aumentato il loro livello di attività fisica, passando dal livello moderato o basso a quello elevato, hanno comunque registrato un allungamento medio della vita, pari a quello che si rileva grazie allo smettere di fumare.
Meglio tardi che mai - Come dire: muoversi fa sempre bene, anche se si comincia in tarda età. I ricercatori, però, avvertono: per vivere meglio e più a lungo, oltre all’esercizio fisico non possono essere trascurati altri fattori come seguire una dieta sana ed equilibrata, smettere di fumare e ridurre al minimo il consumo di alcol.

di Miriam Cesta
Pubblicato il 06/03/2009