Logo salute24

Papà-nonni? Il Q.I. del bebè potrebbe risentirne

L`orologio biologico avanza solo per le donne? Sembrerebbe di no: i bambini nati da padri di età avanzata potrebbero essere meno intelligenti. È quanto emerge dallo studio pubblicato su PLoS Medicine dai ricercatori dell`Università del Queensland, in Australia, secondo cui i figli degli uomini anziani potrebbero avere minori capacità cognitive rispetto ai bambini nati da padri più giovani.
Gli abitanti del mondo occidentale tendono a rinviare il momento di mettere al mondo dei figli, ma se ciò acquisisce una dimensione problematica in relazione all`età della donna, le conseguenze della maggiore età paterna non vengono mai messe in discussione. Tuttavia anche se gli uomini possono avere figli anche da anziani, il bebè concepito in tarda età potrebbe risentirne.
La ricerca è stata condotta su 33.437 bambini dell`età di otto mesi, quattro e sette anni, che sono stati sottoposti ad una serie di test neurocognitivi per testare le loro capacità di concentrazione, lettura, memoria e ragionamento. Dai risultati è emerso che i bimbi - appartenenti a tutte e tre le fasce d`età - nati da padri di età più avanzata, ottenevano punteggi più bassi rispetto agli altri. La differenza del quoziente intellettivo si attestava intorno ai due punti. Al contrario, i bambini nati da madri più avanti con l`età conseguivano punteggi più elevati rispetto ai figli di mamme giovani.
Secondo i ricercatori la spiegazione andrebbe ricercata nella presenza di mutazioni genetiche correlate all`età, che potrebbero verificarsi nelle cellule che producono lo sperma. I risultati sarebbero infatti in linea con precedenti studi che avevano dimostrato l`accrescere del rischio di schizofrenia, autismo e dislessia nei bambini con padri anziani.
Gli studiosi spiegano che non vi sono sufficienti prove per affermare che sia meglio evitare di fare figli dopo una certa età, ma ritengono necessario promuovere la consapevolezza dei rischi cui si potrebbe andare incontro.

di nadia comerci
Pubblicato il 10/03/2009