Logo salute24

Speriamo sia femmina: dimmi quante sorelle hai ti dirò quanto sei felice

Se non ci fossero, bisognerebbe inventarle. Parlano di se stesse, si confidano e si confrontano. Alleggeriscono i problemi, favorendo il dialogo anche sui problemi più intimi, e sono in grado di far sopportare meglio eventi traumatici, come la separazione dei genitori. Non hanno poteri magici e, per fortuna, esistono in molte famiglie. Diffondono la felicità, spiegano gli studiosi: sono le sorelle. Maggiori o minori che siano di età, stando a una ricerca condotta dai ricercatori della Ulster University (Regno Unito) presentata ieri alla British Psychological Society, porterebbero l`allegria in casa e, solo con la loro presenza, darebbero un maggiore equilibrio al contesto familiare. I fratelli, invece, avrebbero un ruolo incentrato più sull`aiuto fisico e sulla risoluzione di problemi concreti.
L`unione fa la forza - I ricercatori hanno sottoposto a 571 ragazzi tra i 17 e i 25 anni dei questionari psicologici per valutare i loro atteggiamenti in base agli stimoli ricevuti all`interno del nucleo familiare - comprese esperienze molto positive o particolarmente tristi, come vivere con familiari con problemi di salute mentale. Dall`analisi dei risultati è emerso che erano cresciuti o stavano crescendo con una o più sorelle avevano molte più probabilità di essere felici ed equilibrati nonostante le esperienze negative vissute.
La differenza la fanno le emozioni - A esprimere i sentimenti ci si educa e, spiegano i ricercatori, sembra proprio che siano le sorelle a insegnare la strada migliore ai rispettivi fratelli e sorelle per essere comunicativi dal punto di vista emotivo: dallo studio è emerso infatti che ragazzi e ragazze con tante sorelle crescevano  più aperti e più disposti a discutere dei propri sentimenti. L`espressione emozionale è fondamentale per una buona salute psicologica, spiegano i ricercatori, e all`interno della famiglia il merito sembra essere tutto delle sorelle: "La presenza delle sorelle - spiega  Tony Cassidy, che ha condotto lo studio - sembra incoraggiare una maggiore comunicazione all`interno della famiglia, anche a livello di trasmissione di emozioni".
Eventi traumatici - In particolare, l`influenza delle ragazze risulterebbe di grande aiuto nel superare eventi traumatici come, ad esempio, la separazione dei genitori. Cassidy ha infatti rilevato che molti dei partecipanti avevano vissuto o stavano vivendo questa esperienza, durante la quale la presenza rassicurante delle sorelle era stata ancora più messa in evidenza dai risultati dei questionari.
Chi fa da sé, fa per tre: non sempre premia - Nelle famiglie composte principalmente da fratelli, invece, si tende a internalizzare i problemi, non parlandone, e ognuno cerca di risolverli da sé, secondo il vecchio detto "chi fa da sé, fa per tre". Un atteggiamento, spiegano i ricercatori, che però non premia: il risultato è che spesso non si parla dei problemi, non ci si sfoga e, quindi, non ci si aiuta a superarli.

di Miriam Cesta
Pubblicato il 03/04/2009