Logo salute24

Dolce e antiossidante: una crostata di ciliegie protegge il cuore

Una tira l’altra e tutte insieme proteggono il cuore: le ciliegie hanno la capacità di stimolare l’attività degli antiossidanti, riducendo così il rischio di disturbi cardiovascolari. Lo afferma una ricerca dell’Università del Michigan.
L’esperimento - Studi precedenti, condotti solo sugli animali, avevano già evidenziato che una dieta ricca di ciliegie abbassava il colesterolo, riduceva i trigliceridi e diminuiva il grasso corporeo. Adesso lo studio americano ne ha testato gli effetti sull’uomo. Dodici volontari sani, tra i 18 e i 25 anni, si sono immolati per il bene della scienza e hanno deciso, con sprezzo dei possibili effetti collaterali, di mangiare chi una, chi addirittura due porzioni di crostata di ciliegie. Dopo la "temibile" prova, sono stati analizzati sangue e urine dei dodici temerari, che hanno potuto notare che il dolce, dopo aver ampiamente soddisfatto le loro papille gustative, aveva anche incrementato la concentrazione degli antiossidanti durante le dodici ore successive.
Rosso antiossidante - Il potere antiossidante delle ciliegie sarebbe legato a quel colore che tanto ricorda il cuore: sono infatti ricchissime di antocianine, un antiossidante naturale responsabile del loro caratteristico rosso e che è possibile trovare abbondantemente anche nel ribes, nelle fragole e nell’uva. “Questo studio dimostra per la prima volta che gli antiossidanti contenuti in una crostata di ciliegie riescono a entrare nel flusso sanguigno e stimolare l’attività degli antiossidanti del nostro corpo – spiega Sara Warber, leader dello studio. Ciò significa che le ciliegie potrebbero avere benefici importanti, come ridurre i rischi cardiaci e le infiammazioni”. Come preparare una buona crostata antiossidante alle ciliegie? Ecco la ricetta.

di paolo fiore
Pubblicato il 21/04/2009