Logo salute24

L’allergia è contagiosa? Dieci luoghi comuni su pollini e dintorni

Nevica lanugine, c`è da aver paura? Posso prendere l`allergia dal vicino? E da mamma e papà? Troppe opinioni legate alle allergie sono in realtà prive di fondamento. Il professor Gennaro D`Amato, direttore della Divisione di Allergologia e Pneumologia dell`Ospedale "Cardarelli", ci spiega quali.
1. Rinite o raffreddore? Come faccio a capire se il naso che gocciola è colpa del polline o di un banale rhinovirus? Quando i sintomi ricompaiono nella stessa stagione, soprattutto, ma non solo, in primavera, occorre sospettare un`allergia che verrà verificata con i test allergologici.
2. È vero o falso che a provocare le allergie sono soprattutto i fiori belli come rose e garofani? Falso. Sono invece soprattutto le erbacce come le gramigne, la parietaria, vale a dire erba da muro, alcuni alberi come cipressi, betulle e olivi, e l’ambrosia e l’assenzio selvatico, questi ultimi due presenti in autunno e non in primavera.
3. E’ vero o falso che è soprattutto la lanugine che vola nell’aria in primavera ad indurre allergia? Falso. La lanugine è prodotta da alcuni alberi - soprattutto pioppi -, ma non è essa ad indurre allergie, è solo presente nello stesso periodo in cui volano i pollini allergenici di erbacce come le gramigne.
Attenti alla "sindrome da Biancaneve": nella gallery i consigli per difendersi
4. Senza test specifici, si può capire "a naso" se siamo allergici a un particolare tipo di polline? No, si può solo sospettare ma la certezza la danno il "prick test" sulla cute o il RAST su siero di sangue.
5. È vero o falso che quando due genitori soffrono di allergia i figli sono a rischio maggiore di manifestare allergie anch’essi? Vero. L’allergia ha una base ereditaria, ma spesso nascono bambini allergici anche quando i genitori non hanno mai avuto sintomi di allergie.
6. È vero o falso che un soggetto che starnutisce in primavera può trasmettere l’allergia anche a chi gli sta vicino? Falso. L’allergia non si trasmette come il raffreddore indotto dai virus.
7. È vero o falso che chi soffre di raffreddore allergico ha rischi maggiori di sviluppare anche l`asma? Vero. Per diversi motivi. In particolare la respirazione nasale corretta protegge le vie aeree inferiori (bronchi) riscaldando e ripulendo l’aria inalata. Il soggetto con rinite frequentemente respira a bocca aperta e inala aria non depurata, non riscaldata e non umidificata.
8. È vero o falso che l’allergia può durare tutta la vita? Vero. anche se l’allergia infantile può ridursi o scomparire alla pubertà.
9. È vero o falso che l’allergia da pollini colpisce soprattutto chi vive in campagna per la presenza maggiore di piante? Falso. Colpisce soprattutto chi vive in città ed un ruolo favorente ha l’inquinamento atmosferico.
10. È vero o falso che i sintomi allergici si riducono quando insorge un temporale durante la stagione del polline? Falso. Nelle fasi iniziali di un temporale la sintomatologia può peggiorare per cui non è consigliabile uscire di casa per la prima mezzora di insorgenza di un temporale.

di cosimo colasanto
Pubblicato il 25/05/2009