Logo salute24

Contro i capogiri estivi l’idratazione anti-caldo si fa con i minerali

Cali improvvisi di pressione, capogiri e spossatezza. Se ci si sente fiaccati dal caldo i motivi possono essere molti, ma spesso anche una scorretta idratazione può essere responsabile della stanchezza estiva. Dalla spiaggia al centro città l`organismo ha anche un altro avversario: il vento. Se infatti è noto che il sudore va compensato con un`idonea quantità d`acqua, non tutti riflettono sugli effetti del mix vento-canicola. "Spesso sulla spiaggia, o in generale all’aria aperta, si è anche esposti al vento che contribuisce ad una ulteriore disidratazione", spiega Umberto Solimene, docente di Terapia Medica e Medicina Termale e direttore del Centro di Ricerche in Bioclimatologia dell’Università degli Studi di Milano. "Per questo motivo è fondamentale reintegrare abbondantemente bevendo molta acqua, non troppo fredda e non aspettando di avere sete: la disidratazione, infatti, in alcune condizioni può portare anche al colpo di calore".
In queste giornata di caldo intenso alternate a temporali improvvisi, i capricci del tempo possono disorientare anche l`organismo "ma la regola è bere con costanza una quantità di 1,5 litri al giorno, ben distribuiti durante la giornata", avverte il bioclimatologo.
Quali i rischi se non si beve abbastanza? "Se la quantità di acqua eliminata non viene correttamente compensata da quella assunta - chiarisce lo specialista -, possono presentarsi segni di disidratazione come minore quantità di urine che avranno colore più intenso, stanchezza inspiegabile, mal di testa, secchezza della bocca, vertigini e confusione mentale". D’estate tutto è più veloce e imprevedibile. Attenzione, però, a cosa si mette nel bicchiere. Se quella del rubinetto è sana e controllata, i minerali disciolti nell`acqua oligominerale la trasformano in un vero nutriente per pelle e corpo. Occhio all`etichetta, quindi. "Il calcio partecipa alla formazione di ossa e denti, alla coagulazione del sangue e permette la conduzione degli impulsi nervosi ; i cloruri, sali del cloro, svolgono azione equilibratrice dell’intestino, delle vie biliari e del fegato; il bicarbonato ha la proprietà di stimolare la secrezione gastrica, facilitando la digestione; il ferro - conclude Solimene - serve alla formazione dell`emoglobina, la sostanza che trasporta l`ossigeno nel sangue; il fluoro è un costituente delle ossa e dei denti".

di cosimo colasanto
Pubblicato il 04/06/2009

potrebbe interessarti anche: