Logo salute24

Quanto sei amica della tua pelle? Te lo dice il dermatologo

Tutti al mare, ma attenzione alla pelle. La prima regola è quella di limitare l’esposizione, ma con qualche accorgimento prima e dopo la tintarella potrebbe essere più sicura e duratura. Gli specialisti dell’Associazione dermatologi ospedalieri (Adoi) e della Società italiana di dermatologia, medica, chirurgica, estetica (Sidemast) hanno realizzato un vademecum con alcune regole da seguire e alcuni trucchi per non farsi trovare impreparati all’appuntamento con le vacanze.
1. Prima di tutto l’idratazione. Ai primi segnali inviati da una pelle secca e stanca bisogna ricorrere a trattamenti locali con creme emollienti e idratanti. C’è poi il soccorso della medicina estetica. Grazie a due tecniche non invasive come la Tewl e la corneometria si studia la pelle e si stabilisce quale cosmetico è più simile ai lipidi naturalmente presenti sulla nostra pelle per proteggerla.
2. Pelle levigata. Un’epidermide liscia e “pulita” è fondamentale e si può ottenere praticando uno scrub uno o due volte a settimana.
3. Tossina botulinica e ai filler: ok anche d`estate, ma con prudenza. Gli esperti lasciano aperte le porte ai trattamenti estetici anche in questo momento dell`anno. Non è il caldo il limite agli interventi, ma essere certi di affidarsi alle mani esperte di un professionista.
4. Saponi. A casa la pulizia della pelle deve essere fatta con detergenti poco schiumogeni in modo da non aggredire il sottile film idrolipido che avvolge e fa da scudo alla nostra pelle. La sera, dopo la pulizia del viso, si passa alla “ginnastica” della pelle e dei capillari. Basta un minuto e un cubetto di ghiaccio da passare su viso e collo per avere risultati immediati. In questo modo si attiva la vasocostrizione, cioè il restringimento dei capillari, e la successiva reazione vasodilatativa. La pelle si "allena" in maniera fisiologica ad ossigenarsi e a riequilibrare il metabolismo cellulare.
5. Nutrirsi bene e fare scorta di antiossidanti. Lo stress ossidativo è una delle principali cause di invecchiamento cellulare e di numerose patologie croniche degenerative (arteriosclerosi, diabete, tumori cutanei e di altri organi). Quindi il consiglio è di riservare spazio a una dieta a base di frutta, verdura, legumi, cereali integrali e pesce più volte a settimana. Il suggerimento è anche quello di ridurre l’apporto di grassi animali a favore dell`olio di oliva, ricco di antiossidanti.
6. Macchie e nei. Nel controllare sempre i nei, soprattutto quelli marroncini e poco in rilievo, è utile utilizzare la regola dell`Abcde, dove “A” sta per asimmetria, “B” per bordi, “C” per colore, “D” per dimensione ed “E” per età. Se compaiono macchie “sospette” sulla pelle, sia bianche che scure, è ncessario rivolgersi subito allo specialista.
7. Esposizione prudente. Non si può prescindere da una corretta e frequente applicazione di uno schermo solare. Il film di crema protettiva va steso almeno 10 o 15 minuti prima dell`esposizione al sole, in modo che abbia il tempo di penetrare nella cute.
8. Bambini e donne in dolce attesa. Sono assolutamente da evitare le ore più calde e per i piccoli più vivaci bisogna riapplicare spesso la crema con fattori di protezione elevati.
9. Farmaci e cosmetici. Bisogna fare molta attenzione agli effetti indesiderati che possono sorgere in corso di somministrazione di due o più medicinali. In ogni caso il consiglio è di segnalarli subito al medico curante.

di
Pubblicato il 10/09/2008