Logo salute24

Cartilagine e ginocchia a rischio osteoartrite se il peso è in eccesso

Progressiva perdita di cartilagine e patologie ossee. Sono le conseguenze dell`obesità, tra i primi fattori di rischio dell`osteoartrite, malattia degenerativa delle articolazioni che colpisce sia le cartilagini che le ossa che ne sono rivestite. Lo dimostra una ricerca che verrà pubblicata ad agosto su Radiology condotta da Frank W. Roemer, direttore del Dipartimento di Radiologia della Boston University School of Medicine.
Lo studio ha preso in esame 3.026 persone di età compresa tra i 50 e i 79 anni in sovrappeso e a rischio di osteoartrite, malattia degenerativa le articolazioni. Il gruppo di pazienti era costituito per il 65% da donne di 61 anni con un indice di massa corporea (BMI) pari al 29,5: un dato che indica il sovrappeso, a fronte del BMI "buono" che oscilla dal 18,5 al 25. "Dai test è emerso che il 20% delle 347 ginocchia esaminate è di fatto esposto ad un lento processo di perdita di cartilagine", spiega Roemer. I risultati hanno mostrato che uno dei maggiori rischi che contribuisce alla rapida perdita di cartilagine basale sono da imputare all`elevato indice di massa corporea. "La perdita di peso - conclude lo studioso - è probabilmente il fattore più importante per rallentare la progressione della malattia".

di elisabetta menga
Pubblicato il 20/07/2009