Logo salute24

Occhio al condizionatore: per polmoni protetti i filtri vanno cambiati

Allarme caldo: per difendersi, a casa o in auto, meglio ricorrere all`aria condizionata. È quanto spiega a Salute24 Andrea Fanti, docente di malattie dell’apparato respiratorio all`Università La Sapienza di Roma e responsabile del reparto di fisiopatologia respiratoria all`ospedale San Camillo Forlanini di Roma, secondo cui il modo più efficace per affrontare le alte temperature consiste - per chi può permetterselo - nell`utilizzare il condizionatore, poiché riduce l`umidità dell`ambiente rendendolo più salubre e migliorando la qualità dell`aria.
L`esperto avverte: "L`aria condizionata è auspicabile, ma con i dovuti accorgimenti: occorre cambiare i filtri almeno una volta all`anno e pulirli ogni sei mesi". Se la manutenzione non viene effettuata periodicamente, "l`aria condizionata può infatti riservare delle insidie e veicolare allergeni - agenti che provocano allergie -, virus e funghi - o micosi, che possono causare disturbi infiammatori o asmatici".
Fanti consiglia anche di seguire alcuni accorgimenti per difendersi dai disagi legati alle alte temperature. Il caldo infatti può determinare l`insorgere di gravi disturbi respiratori, soprattutto in chi ne è predisposto, pertanto occorre tutelarsi attraverso "un`alimentazione regolare, leggera e ricca di sali minerali, utili per il benessere dell`organismo e dell`apparato respiratorio".
"Bisogna evitare di esporsi al sole durante le ore più calde - prosegue Fanti -, uscire all`aria aperta solo durante le prime ore del mattine e nel tardo pomeriggio". Infine l`esperto consiglia di "non esagerare con il lavoro, prendersi cura del proprio benessere concedendosi una vacanza, possibilmente in un luogo fresco".

di nadia comerci
Pubblicato il 20/07/2009

potrebbe interessarti anche: