Logo salute24

Incidenti e alcolismo: test al pronto soccorso per cure più efficaci

L`etilometro come strumento dei medici per predire il rischio di un trauma e di possibili complicazioni mediche: i ricercatori dell`University of Wisconsin e l`University Hospital di Losannna hanno scoperto che testare il livello  di alcol nel sangue dei pazienti che ricorrono al Pronto soccorso, anche se questi affermano di non aver bevuto, può essere una strategia di intervento utile ad evitare l`aggravarsi delle loro condizioni mediche.
“Il consumo di alcol è associato ad un più alto rischio di incidenti automobilistici, infortuni di vario genere – afferma Michael F. Fleming, coordinatore dello studio, che sarà pubblicato su Alcoholism: clinical & experimental research –. Inoltre le vittime di un trauma che hanno bevuto troppo possono non rendersi conto della gravità dell`incidente occorsogli”.
I ricercatori hanno sottoposto ai test più di 200 pazienti del Pronto soccorso: il 90% aveva avuto incidenti automobilistici (una percentuale che oscilla tra il 20 e il 37% di questi è proprio dovuta all`uso sconsiderato di alcol nel guidatore). Il 18,7% dei partecipanti aveva dei valori collegati all`abuso di bevande alcoliche; il 13,1% è risultato alcolista, il 14% aveva elevati livelli di Cdt (Transferrina Carboidrato carente), un parametro che indica i bevitori di lungo corso.
“I dati raccolti – conclude Fleming – suggeriscono l`utilità della pratica di sottoporre all`alcol-test tutti i pazienti che ammessi al Pronto soccorso in seguito ad eventi traumatici. Sono necessari nuovi biomarcatori dell`alcol in grado di individuarne il consumo anche dopo settimane”.

di c.s.
Pubblicato il 03/08/2009