Logo salute24

Acne da adulti: si combatte con ormoni e retinolo

L’acne, in molti casi, si può curare con la pillola. È quanto emerge dallo studio presentato in occasione dell’American Academy of Dermatology`s Summer Academy Meeting 2009 a Boston, da Bethanee J. Schlosser, dermatologo e  direttore del Women`s Skin Health Program della Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago (Usa), secondo cui la terapia ormonale potrebbe essere in grado di combattere l’acne che si manifesta in età adulta.
Nonostante sia considerato un disturbo che affligge gli adolescenti, l’acne colpisce più del 50% delle donne di età compresa tra i 20 e i 29 anni e più del 25% delle quarantenni - dopo i 20 anni, infatti, le donne hanno molte più probabilità di soffrirne rispetto agli uomini. La patologia è provocata da diversi fattori: eccessiva produzione di sebo, infiammazione della pelle, anomalie nello sviluppo delle cellule epidermiche che rivestono i follicoli piliferi, e, infine, presenza di una numero elevato dei batteri Propionibacterium acnes - responsabili della malattia.
Schlosser spiega che gli ormoni possono influire sulla produzione di sebo e sullo sviluppo delle cellule epidermiche, e per questo motivo "il suo studio ha dimostrato come la terapia ormonale, consistente nell’assunzione di contraccettivi orali – presi, a seconda dei casi, in correlazione con farmaci anti-androgeni come spironolattone, flutamide e dutasteride -, riducendo l`attività del testosterone, aiuta a sconfiggere il disturbo". Il trattamento deve però essere personalizzato, specifica lo studioso, “a seconda delle necessità individuali e il paziente deve essere monitorato regolarmente per garantire la sicurezza e l`efficacia della terapia."
Infine, “per conseguire risultati ottimali - afferma lo specialista, “sarebbe preferibile non utilizzare soltanto la terapia ormonale, ma servirsi anche di creme topiche a base di retinolo”.

di nadia comerci
Pubblicato il 14/08/2009

potrebbe interessarti anche: